In piena lotta per la salvezza, il Drina Iragna è a soli tre punti dalla zona retrocessione: “il nostro valore è superiore della classifica attuale, i tanti infortuni non possono però essere un alibi”

Con soli tre punti sopra la zona retrocessione, in piena lotta salvezza con Brissago, Leventina e Lusitanos, la prima parte della stagione del Drina Iragna non è stata positiva. Un giudizio netto, senza troppi giri di parola, non nostro, ma del presidente Dejan Milicevic, numero uno dei rossoblù: «Sono deluso e molto amareggiato e, se devo essere sincero, mi aspettavo di più dalla squadra».

«L’attuale posizione in classifica – continua il presidente Milicevic – non rispecchia il nostro reale valore. Credo che la squadra sia competitiva in tutte le zone del campo, ma continuiamo a commettere sempre gli stessi errori tattici durante le partite. A parziale giustificazione, non è un alibi ma un dato di fatto, abbiamo dovuto far fronte a numerosi infortuni: molti giocatori importanti, nell’ultima parte della stagione passata, si sono dovuti fermare per infortunio e non li abbiamo ancora recuperati. Tante partite di quest’anno le abbiamo così dovute affrontare con la squadra non al completo».

Due vittorie (negli scontri diretti contro Leventina e Lusitanos) e due pareggi (Sant’Antonino e Someo) hanno portato appena 8 punti in undici partite disputate. Nel girone di ritorno, per raggiungere la salvezza, servirà qualcosa di più, anche se le tre squadre alle spalle del Drina Iragna sembrano essere in maggior difficoltà rispetto alla squadra di mister Zubcic Damir e Goran Jovic.

«Spero di recuperare qualche giocatore infortunato, poi dobbiamo assolutamente migliorare a livello tattico. Mi auguro – prosegue Milicevic – che la squadra riesca a cambiare marcia per non arrivare a fine campionato con l’acqua alla gola, come lo siamo adesso. Il nostro primo obiettivo è quello di tirarci fuori il prima possibile da questa situazione complicata, per essere più tranquilli e giocare le ultime partite della stagione senza guardare la classifica con preoccupazione e senza fare troppi calcoli».

«Mi piacerebbe vedere sempre la squadra giocare come ha fatto contro il Sant’Antonino – continua il presidente Milicevic – è stata la nostra partita più bella del girone di andata, una gara spettacolare giocata bene da entrambe le squadre, che ha rispecchiato il nostro reale valore. Da dimenticare invece la gara contro il Someo. Disastrosa. Giocata malissimo nonostante fossimo in superiorità numerica».

Poi, un ultimo accenno sul mercato di riparazione, dal quale potrebbe arrivare qualche rinforzo: «Stiamo già pensando a mettere a segno qualche colpo per migliorare l’assetto della squadra, ma non c’è ancora nulla di definitivo: difesa e centrocampo sono i due reparti che credo abbiano bisogno di una sistemata».

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

2L: Castello, mister Stefani “favorite Balerna, Ar...  Ancora nessuna novità di mercato per il Castello che, salutato il difensore Emanuele Nicastri (al Novazzano), attraverso il ds Davide Klei...
Allievi A2: Bioggio, mister Tisat “i ragazzi sono ... Tre vittorie in tre partite playoff, solo così il Bioggio poteva ottenere la promozione negli A1, la squadra di mister Tisat ci è riuscita Grande...
3L-1: Insubrica, il presidente Bianchi “cresceremo... A un passo dalla salvezza, l’Insubrica sembra tutto fuorché una neopromossa. Il presidente Bianchi è una persona appassionata e attenta, come un p...
5L-3: Moderna torna Olivier Crivelli, mister Imber... Locarno favorito per la promozione, ma il Moderna non si arrende: i bianconeri faranno tutto il possibile (e l’impossibile) per recuperare sette p...
4L-2: Azzurri a caccia del record dell’Arbedo, il ... Girone di andata praticamente perfetto per la squadra di mister Balazic, ma vietato distrarsi: potrebbe essere fatale Prima parte di stagione pra...
5L-2: Preonzo, mister Genazzi “al Preonzo sono in ... Alti e basi per il Preonzo nella prima parte di stagione, che belle le vittorie nei due derby contro la capolista Gnosca e la Juventus Cresciano, ...
4L-2: Intragna, il presidente Gamboni “siamo torna... L’anno scorso promozione sfiorata, quest’anno qualche difficoltà: l’Intragna è a metà classifica, con un girone tutto da giocare per ritrovare que...
4L-1: Basso Ceresio, mister Scali “stiamo iniziand... Otto punti nelle ultime cinque partite, +2 sulla zona retrocessione, il Basso Ceresio ripartirà con maggiori certezze e forse qualche novità di merc...
3L Gruppo 1: Breganzona, mister Riccio “tengo semp... L’allenatore del Breganzona non si arrende “nella mia squadra ideale mi piacerebbe avere Samuele Sousa, Mattiyas Demircan e Ricardo Machado” Diff...
5L-3: Locarno, il presidente Debernardi “mister Fr... Primi in classifica con quattro punti di vantaggio sui Portoghesi Ticino e sole 5 reti subite in dieci partite, ma la cifra che ha scaldato il cuo...