Gli Azzurri ringraziano i Lusitanos, Comano frenato sul 2-2. Sant’Antonino in solitaria al terzo posto

GRUPPO 1

Il Canobbio non merita l’ultimo posto in classifica, sembra abbastanza evidente. Il weekend scorso la squadra di mister Pissoglio aveva fermato sul 2-2 lo Stella Capriasaca, questa volta a doversi accontentare di un solo punto è stata invece la capolista Agno, bloccata sul 4-4. Il dato più rilevante sono le 4 reti incassate in una volta sola dalla formazione di mister Peverelli (che nelle precedenti sette partite ne aveva subite in totale 5): Canobbio più forte della sua attuale classifica o Agno distratto?

Il Boglia Cadro apre la crisi dello Stella Capriasca? Difficile rispondere a questa domanda, ma sta di fatto che dopo tre pareggi consecutivi (con conseguente fuga dell’Agno in testa alla classifica) la squadra di mister Borsieri incassa la prima sconfitta in campionato (1-0). Gara decisa al 72’ da Marco Sulser dopo un primo tempo in cui lo Stella Capriasca le aveva provate tutte per segnare, senza però riuscire a sbloccare il risultato.

Dopo tre giornate e un solo punto conquistato torna il sereno in casa Campionese, 3-0 al Basso Ceresio: è difficile dire se la squadra di Miceli possa tornare a sperare nella promozione, ma conquistando 9 punti nelle ultime tre giornate dell’andata e con tutto il girone di ritorno ancora da giocare forse sognare non è poi così sbagliato.

Ceresio e Bioggio si portano al secondo posto scavalcando lo Stella Capriasca: la squadra di mister Mastromarino ha superato 2-0 il Camorino grazie ai gol di Paroli (rigore) e Borghi; quella di Centorrino si è invece imposta 8-2 sul Gravesano Bedano trascinata dalle triplette di Rodrigues e Nania. Infine, terza vittoria nelle ultime quattro gare per il Ligornetto che ha avuto la meglio 3-1 sul Savosa Massaggno.

GRUPPO 2

La capolista Azzurri fa il vuoto: la squadra di Balazic vince 3-0 contro il Rorè (reti di Mihaljevic, Manini e Rima) e si porta a +5 dal Comano che, dopo aver incassato settimana scorsa la prima sconfitta stagionale, non è riuscita ad andare oltre il 2-2 contro i Lusitanos.

Al terzo posto sale il Sant’Antonino, vittorioso 5-3 contro il Leventina che resta da solo in fondo alla classifica, anche se per la lotta salvezza sembra ancora tutto da decidere. Fatica anche il Lema, alla terza sconfitta stagionale contro un indemoniato Someo che di fronte al proprio pubblico si è imposto 6-2.

Dopo due vittorie consecutive rallentano i Verzaschesi, costretti all’1-1 in casa dell’Intragna che si rimette subito in cammino dopo la sconfitta di sabato scorso contro la capolista Azzurri. Tre punti d’oro invece per il Brissago che vince 3-1 lo scontro diretto con il Drina Iragna e si porta fuori dalla zona retrocessione.