Prima parte di stagione positiva per il Melide che si è tolto le sue soddisfazioni (3 vittorie e 2 pareggi) e che non ha nessuna intenzione di fermarsi

QUINTA LEGA (G1) – L’anno scorso il Melide 2 era partito malissimo e l’impatto con la categoria era stato tutt’altro che morbido. La società del presidente Chrys Porretti aveva deciso di iscrivere una propria seconda squadra al campionato di Quinta Lega appena una settimana prima dell’inizio del torneo. I primi risultati non erano stati incoraggianti: i gialloblù avevano chiuso il girone di andata all’ultimo posto della classifica con soli 3 punti frutto di 9 sconfitte consecutive e 1 vittoria, arrivata appena prima della pausa invernale, il sorprendete 1-0 allo Stabio (poi promosso in Quarta Lega).

Nel girone di ritorno le cose erano piano piano migliorate, tanto che il Melide riuscì a terminare la stagione d’esordio a 14 punti, mettendosi alle spalle Rancate e Villa Luganese. Da qui la decisione di continuare l’avventura in Quinta Lega per almeno un altro anno, ma con una novità: via mister Genc Berisha dentro Giuseppe Vento, resistito però una sola giornata, la prima di campionato, persa 3-1 contro l’Arzo. Pessima premessa per un altro campionato di stenti? No, niente affatto, perché con l’arrivo in panchina del nuovo allenatore Stefan Radenkovic (affiancato da Sherbim Islamaj) il Melide 2 ha trovato un suo equilibrio. I gialloblù quest’anno hanno disputando una prima parte di stagione dignitosa, non di vertice ma nemmeno allo sbando, andando a vincere tre volte e pareggiando due, per un totale di 11 punti in 10 partite.

ASSOLUTAMENTE CONTENTO

«Sono molto contento di tutti i miei giocatori – confessa Stefan Radenkovic, allenatore del Melide – dal primo all’ultimo, soprattutto per l’impegno che ci mettono ogni volta che scendono in campo sia in partita che in allenamento. Inoltre, sono anche soddisfatto dei risultati che abbiamo ottenuto: 11 punti, un netto miglioramento rispetto al girone di andata dell’anno scorso. Nella prima parte dell’anno non ci sono stati episodi particolari che mi hanno fatto arrabbiare. Alle volte mi dispiace che si vada un po’ sopra le righe quando perdiamo oppure c’è qualche giocatore che si lamenta perché ha giocato meno, però sono anche dei segnali positivi, significa che i ragazzi ci tengono e sono legati al Melide».

CRESCITA TANGIBILE, NON FERMARSI

«Tra le nostre partite più belle – continua l’allenatore gialloblù – ricordo soprattutto quella contro il Rancate. Loro hanno fatto due gol nel secondo tempo e a circa 15 minuti dalla fine noi eravamo ancora sotto 2-0. Ma la squadra non ha mollato, ha saputo reagire dimostrando una maturità che l’anno scorso non aveva, così siamo riusciti a pareggiare, prima accorciando con Mascazzini e poi facendo 2-2 con Veseli. È stata una bella emozione. Oggi la nostra classifica è discreta – conclude mister Radenkovic – ma vogliamo e possiamo migliorarla. Abbiamo 11 punti e l’anno scorso abbiamo chiuso la stagione con 14 punti. Come minimo doppiamo superare questo punteggio, ma non dobbiamo accontentarci e provare a fare sempre qualcosa di più».

CLASSIFICA – QUINTA LEGA (GRUPPO 1)

PTGVNPPPGFGS
Sessa259810-17408
Arosio248800-11283
Agno 2219702-44339
Canobbio1610442-112517
Porza1310415-271621
Arzo129333-451717
Melide 21110325-221422
Atletico Lugano910307-1072324
Villa Luganese710217-411436
Rancate 2710145-541631
Savosa Massagno39108-81351

RECUPERI 10ª E 11ª GIORNATA (in aggiornamento)

Mercoledì 11 marzo Arosio – Sessa (20.30 Novaggio, Novaggio)

Domenica 15 marzo Savosa Massagno – Arzo (14.30 Valgersa, Savosa)

Domenica 15 marzo Agno – Arosio (14.30 Chiodenda, Agno)