Smaltita l’amara retrocessione dell’anno scorso, oggi il Porza può ancora sognare in grande, merito di una società che trasuda di devozione, passione e impegno

È ancora tutto possibile: nel gruppo 1 di Quinta Lega il Porza chiude un trenino composto da sei squadre raccolte in appena quattro punti che molto probabilmente nel girone di ritorno si giocheranno la promozione. «Naturalmente, come per tutte le cose, si poteva fare meglio – racconta David Teggi, presidente del Porza – Ma, considerando la rosa ristretta che avevamo ad inizio campionato e che i ragazzi dovevano adattarsi al nuovo allenatore, sono molto contento di come la squadra si sia comportata nel girone di andata. Aggiungo, che adesso ci siamo consolidati, e quindi dovremo puntare al massimo».

«Siamo un gruppo molto giovane, e questo penso che sia una fortuna. Il pregio più grande della squadra è che, oltre a essere tecnicamente di buon livello, è formata da ragazzi che sono prima di tutto delle brave persone, sia fuori che dentro al campo. Questo è veramente un mio grande motivo di orgoglio».

Dopo l’amara retrocessione della passata stagione, quest’anno la squadra è stata affidata ad Angelo Capobianco: «Sull’’allenatore avrei da dire mille cose – continua il presidente Teggi – Io e Angelo condividiamo un’amicizia calcistica di lunghissima data ed abbiamo vissuto tanti momenti emozionanti nelle 11 stagioni trascorse sul Tavesio. Riportarlo a Porza è stato come rimettere ogni cosa al suo posto. So che anche per lui quella pantera (il simbolo della società, ndr) cucita sul petto ha un significato speciale. Ma oltre all’aspetto umano, lo stimo anche moltissimo come allenatore. Nonostante sia la sua prima esperienza sulla panchina di una prima squadra, so che ama davvero il suo “lavoro” e che ha a cuore ogni suo singolo ragazzo. Questo per me è quello che conta di più».

Arzo, Arosio, Rovio, Origlio Ponte Capriasca e Stabio sono le cinque squadre che in classifica precedono il Porza, ma basta allungare una mano per toccarle, tornare subito in Quarta Lega è ancora possibile: «L’obiettivo – David Teggi non si nasconde – è quello di continuare a migliorarci e, considerata la classifica corta, puntare alla promozione. Bisogna sempre mirare in alto, soprattutto se si è consapevoli di avere tutte le carte in regola per farlo».

Presidente cosa significa per lei il Porza? «Sono approdato in questa società nell’ormai lontano 1991 a soli 18 anni e, dopo 12 campionati in prima squadra, ho continuato a giocare fino all’anno scorso nei Seniori (che sono passati ai 50+). Dal 2007 faccio parte del Comitato, nel 2014 sono stato eletto vicepresidente e dal 2016 sono diventato presidente. È l’unica squadra in cui ho giocato (a parte una piccola parentesi nel Bioggio), quindi per me Porza è il calcio. A Porza ho conosciuto mia moglie (la Pressa come i ragazzi la chiamano affettuosamente) e insieme a lei dirigo la società. Tutto questo potrebbe già bastare per far capire che cosa rappresenti per me questo club. Ma devo doverosamente aggiungere un’altra cosa: quando sono arrivato, orami 28 anni fa, mio suocero Vittorio Pucci era il presidente e lo è stato per 13 lunghi anni. La sua devozione, passione e impegno mi sono stati d’esempio e mi spingono oggi a non mollare anche nei momenti meno facili. Quando sono al Tavesio mi sento a casa e fino a quando sarò felice di passare la maggior parte del mio tempo libero lì, con la mia famiglia, continuerò con la stessa passione che mi è stata tramandata».

CLASSIFICA QUINTA LEGA – GRUPPO 1

PTGVNPPPGFGS
Arzo2210712-162013
Arosio2210712-252410
Rovio2110703-332823
Origlio Ponte Capriasca1910613-183117
Stabio1910613-242713
Porza1810604-173321
Sessa1310415-371916
Rancate1010316-131429
Rapid Lugano1010244-311920
Melide310109-151136
Villa Luganese310109-731644

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

3L-2:un derby è un derby, la classifica non conta,... Pronta reazione dei GC Carassesi nel derby contro l'US Monte Carasso dopo la sconfitta con il Gordola. In una partita molto tirata la squadra di Co...
4L-1: Agno strada spianata, Sacha Cattelan “grande... Dal sito internet dell'FC Agno Il Bioggio ha giocato alla pari, ma un’invenzione di Casolini per Gaspar ha deciso la gara, nei biancoviola è pro...
5L, sintesi della 1ª di ritorno: allo Stabio il bi... Segnali di risveglio per Villa Luganese e Pedemonte, il Rapid Bironico è ancora vivo, Moderna e Portoghesi Ticino non si danno per vinti GRUPPO 1...
4L, sintesi della 1ª di ritorno: Agno è fatta? Il ... Azzurra e Comano rallentano, il Sant’Antonino sale minaccioso, la cura Campagnuolo sembra aver rivitalizzato i Lusitanos GRUPPO 1 L’Agno vince 1...
3L, sintesi della 2ª di ritorno: Malcantone cinico... Tenero Contra e Semine in rampa di lancio, il Sementina è una macchina perfetta, rialzano la testa i Carassesi GRUPPO 1 Grazie a un gol spettaco...
2L: ancora Gambarogno-Arbedo, ancora 1-0 per i rag... I locali nella gara odierna si trovano nuovamente di fronte dopo l’ottavo di Coppa l’Arbedo che arriva a Magadino agguerrito e in cerca di riscatto....
2L, sintesi della 2ª di ritorno: Balerna e Vallema... Torna al successo il Morbio che, complice la vittoria dell’Ascona, fa scivolare in zona retrocessione il Losone. Continua la risalita del Minusio ...
2L: il Balerna vince il derby e continua a sognare Succede tutto o quasi nella ripresa, una doppietta di Muadianvita stende 2-1 un buon Castello. Oggi pomeriggio sul terreno di Stabio è andato in ...
3L-1: Maroggia trascinato da Sehic e Castellaneta,... Scatto salvezza per la squadra di Del Villano, giornata nera per il Monteceneri in partita solo per un tempo Allungo salvezza per il Maroggia che...
2L: colpo Ascona, il 2-1 al Rapid Lugano porta i b... Mister Riccio elogia i suoi: «Questa sera i miei ragazzi hanno giocato una grandissima partita per grinta, sacrificio e concentrazione» Vittoria ...