Nella fredda serata di Cornaredo si è svolto l’incontro tra l’Atletico Lugano e Villa Luganese; le premesse erano molto interessanti; l’Atletico sempre incerottato ma in netta crescita nelle ultime uscite ed il Villa Luganese alla verifica tra alti e bassi.

La partita inizia in modo equilibrato e viene sbloccata dal Villa Luganese con una mischia dopo un calcio piazzato dal Capitano Robinson Galeri (15esimo). A questo punto l’Atletico reagisce in modo veemente e solo due minuti dopo pareggia i conti con Simone Vitali (17esimo); il giovanissimo calciatore (2002) lascia sul posto mezza difesa e scarica sotto la traversa. Gli uomini di Riccio tengono sempre in mano il gioco ma il Villa Luganese non lesina contropiedi pericolosi. Al 32esimo, sempre Vitali, ben servito, si presenta solo davanti al portiere e realizza il primo vantaggio dell’Atletico. La gara resta corretta ed il Villa, prendendo coraggio, trova il pareggio su calcio di rigore al 44esimo con Vio.

La fragilità mostrata dalla squadra di Riccio in questo girone vede un inizio di ripresa ancora equilibrato. Al 62esimo l’episodio che decide la partita: con una bella azione di prima e verticalizzazione finale a servizio di Vitali, porta il giovane ancora a tu per tu con il portiere e lo trafigge nuovamente. A questo punto, il Villa Luganese, prova a reagire mettendo più agonismo ed impegno ma l’inerzia della partita è ormai segnata. Nel finale, una tripletta di Michael Barbieri mette fine ad una bella partita (da citare il primo gol di Barbieri che conferma il talento di questo ragazzo).

I complimenti al direttore di gara che ha saputo dare sicurezza e tranquillità a tutti i protagonisti della serata. Concludiamo con un giudizio di merito sia per il Villa Luganese, il lavoro di Mister Andrea porterà certamente ad un netto miglioramento per il ritorno ed un interesse misto a curiosità verso questo Atletico che lascia intravvedere un buon potenziale.