Primi in classifica con quattro punti di vantaggio sui Portoghesi Ticino e sole 5 reti subite in dieci partite, ma la cifra che ha scaldato il cuore del presidente Debernardi sono i 400 tifosi accorsi a vedere la squadra nell’esordio in campionato contro il Moesa

Dopo una lunga rincorsa, a volte mascherata dalle partite non giocate e recuperate in coda al girone di andata, il Locarno ha chiuso la prima parte della stagione dove doveva essere: al primo posto. Come da pronostico, come tutti o quasi si aspettavano.

«Penso che la nostra classifica sia giusta – racconta Sergio Debernardi, presidente del Locarno – perché siamo stati la squadra dal cammino più regolare e la difesa meno battuta del girone (5 gol subiti in dieci partite). Non ci mancano punti, va bene così».

Il successo nell’ultimo recupero contro il Tegna, ha permesso ai biancoblu di mettere un buon margine di vantaggio sulle prime inseguitrici, i Portoghesi Ticino sono a -4 mentre il Moesa è a -5, poi più staccato c’è il Moderna a sette lunghezze «Non abbiamo ancora fatto niente – prosegue Debernardi – se non un buon girone di andata, ma le rivali sono tutte agguerrite: in particolar modo ho visto molto bene il Moderna, che fa proprio un bel gioco. Noi però restiamo concentrati sul nostro obiettivo, che è confermare la posizione attuale».

Il Locarno è l’unica squadra ancora imbattuta del girone, ma a inizio stagione i ragazzi di mister Remy Frigomosca hanno rischiato grosso contro Audax Gudo e Gorduno (due pareggi per 2-2): «Sia dalla squadra che dall’allenatore mi aspettavo esattamente quello che è arrivato. Sono stati tutti bravi. Vi assicuro che non è per nulla facile partire da zero. In pochi mesi abbiamo dovuto trovare i giocatori e formare un gruppo. Non è un’operazione scontata come potrebbe sembrare. Fare l’allenatore – continua il presidente Debernardi riferendosi a mister Frigomosca – è molto difficile. Tutti vogliamo essere allenatori e dire la nostra, a parole è tutto più semplice. Invece mister Frigomosca si è dimostrato all’altezza e sta formando un bel gruppo: ha tantissima passione, il Locarno ce l’ha nel cuore».

Presidente, state già pensando a qualche novità per il mercato? La rosa attuale va sistemata o ulteriormente rinforzata? «Credo che queste domande si dovrebbero fare al nostro allenatore. Io posso solo dire che è intenzione del Locarno tornare a giocare in campionati che forse più competono alla nostra città, che ci mette a disposizione infrastrutture eccezionali. I prossimi anni Locarno sarà un cantiere aperto, faremo degli innesti mirati senza stravolgere il gruppo e senza fare passi che non possiamo permetterci. Questo perché avremo occhi ben attenti e vigili su quello che è la gestione finanziaria del club».

Presidente, un’ultima domanda, cosa significa per lei il Locarno? «Ho fatto 17 anni il presidente a Verscio, poi 9 nel comitato del Vallemaggia e 4 anni ad Ascona. Ma, in tutti questi anni, sono sempre stato tifoso del Locarno seguendone le partite al Lido. Diventare un dirigente del Locarno è sempre stato un mio obiettivo, oggi esserne presidente è un sogno che si realizza. Spero, con la mia passione e con l’aiuto di tutti, di riuscire a contagiare il più alto numero possibile di tifosi della regione Locarnese: vedere alla nostra prima partita di campionato un pubblico di quasi 400 persone è stato uno spettacolo».

CLASSIFICA QUINTA LEGA – GRUPPO 3

PTGVNPPPGFGS
Locarno2612840-23355
Portoghesi Ticino2212732-422113
Moesa2112723-332621
Moderna1912633-222720
Audax Gudo1812552-272015
Tegna1412444-92521
Makedonija1112345-3172021
Codeborgo912327-231838
Aramaici Suryoye912327-411321
Gorduno512147-261529
Pedemonte412138-121430

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

2L: il Castello consolida il terzo posto nel giorn...   Quinta vittoria consecutiva per il Castello di mister Stefani che ha superato 3-1 un buon Rapid Lugano grazie a una doppietta di Spaguolo ...
2L: Marco Rizzello, ancora negli ultimi minuti, il...   Diciassettesima vittoria in campionato per i rossoneri di Peschera, il Riarena resta invece in fondo alla classifica RIARENA – GAMBAROGNO...
2L, sintesi e classifica della 24ª giornata: il Ga...   Arbedo ancora sconfitto, Vedeggio e Morbio mettono nel mirino il quarto posto; ko Losone, la squadra di Bontognali rischia di essere risuc...
3L-1: Riva beffato allo scadere e salvezza rimanda...   Bella partita, giocata bene da entrambe le squadre che si sono affrontate senza fare troppi calcoli Pareggio beffardo per il Riva, 2-2 co...
3L: Poker del Collina contro l’Insubrica L’anticipo di venerdì sera tra Insubrica e Collina d’Oro finisce con un secco 0-4 per gli ospiti che, dopo il passo falso di settimana corsa p...
5L, presentazione 21ª giornata: promozione, cosa d...   Nel Gruppo 1 con una vittoria lo Stabio festeggerebbe la promozione; nel Gruppo 2 serve un punto al Gnosca; nel Gruppo 3 tremano i Portoghesi...
Calcio regionale, Neuchâtel Xamax e ASI Audax-Friû... © xamax.ch Il Neuchâtel Xamax ha comunicato di aver sottoscritto una collaborazione con l'ASI Audax-Friûl per rinforzare le basi del calcio regional...
4L, presentazione 21ª giornata: Ligornetto per un’...   Nel Gruppo 1 Basso Ceresio-Canobbio e Savosa Massagno-Gravesano Bedano ultimi 180’ tra paradiso e inferno; nel Gruppo 2 quasi tutto già de...
3L-2, presentazione 24ª giornata: ultime speranze ...   Carassesi-Claro vale un’intera stagione, occasione per la Pro Daro di uscire dalle sabbie mobili, il Giubiasco cerca l’impresa in casa del...
2L, presentazione 24ª giornata: salgono le quotazi...   Con nove punti ancora a disposizione non è finita per Riarena e Ascona, per il terzo posto Castello padrone del proprio destino Terzultim...