Grande avvio di stagione per il Riviera di Marchio (Gruppo 3), la miglior squadra di tutta la Quinta Lega. Solo l’Arosio (Gruppo 1) ha numeri simili, ma la differenza nei gol segnati è impressionante

La migliore di tutte. Il Riviera di Giuseppe Marchio non è solo la capolista del Gruppo 3 di Quinta Lega, ma è anche la miglior formazione di tutta la categoria. In questo avvio di stagione nessun’altra squadra ha fatto meglio dei biancorossi che hanno collezionato 5 vittorie nelle prime 5 partite di campionato, segnando 33 gol e subendone appena 3. Solo l’Arosio (2° posto nel Gruppo 1) si avvicina alla squadra di Marchio, perché sempre vincente nelle quattro partite che ha sin qui disputato (alla 4ª giornata ha riposato), ma è indietro per gol realizzati (13 contro 33) e solo leggermente avanti per reti subite (2 contro 3). Tutte le altre squadre di Quinta Lega non reggono il confronto, neanche le capolista Sessa (Gruppo 1), Rapid Lugano e Audax Gudo (Gruppo 2).

Ma chi è il Riviera? Dov’era l’anno scorso? Come nasce e dove vuole arrivare? Lo abbiamo chiesto al suo presidente, Ivan Donadoni.

DA JUVENTUS CRESCIANO A RIVIERA

Il Riviera si è nato ufficialmente questa estate ma, come ci spiega il presidente Donadoni, le radici sono più profonde e hanno più di 100 anni di storia. «È vero, la nostra società è stata formalizzata ufficialmente a luglio, ma l’idea di dare vita al Riviera l’avevamo già da un paio di stagioni. Infatti, due anni fa i quattro paesi di Cresciano, Iragna, Lodrino e Osogna si sono fusi nel comune di Riviera, cosicché abbiamo iniziato a pensare a un progetto che potesse coinvolgerli anche dal punto di vista sportivo e calcistico, così è nato l’FC Riviera».

«Oggi – prosegue il presidente Donadoni – c’è ancora qualcuno che non è completamente convinto e d’accordo su ciò che abbiamo fatto, ed è per questo che la nostra società per il momento è una sorta di Raggruppamento. Abbiamo unito le squadre della Juventus Cresciano e Seniori Lodrino, fatto ritornare all’ovile ragazzi che negli anni passati hanno giocato in diversi settori giovanili della nostra zona, sfruttato la logistica del centro Sportivo di Osogna, ed infine utilizzato Cresciano quale società da trasformare in Riviera perché la più longeva di tutte le altre, avendo una storia di oltre 100 anni (fondata nel 1912)».

AVVIO SCOPPIETTANTE MA PIEDI PER TERRA

Riviera quindi ancora in evoluzione, un cantiere aperto, ma al tempo stesso anche una bella realtà che sportivamente parlando sta già dando buoni frutti. «L’avvio di campionato è stato ottimo – confessa Donadoni – e penso che la squadra sia molto competitiva, ma solo a fine stagione sapremo se e quanto saremo stati bravi. Non ci sono partite facili e tutti gli avversari vanno rispettati. Ogni partita deve essere affrontata con la giusta concentrazione, solo così potremo fare qualcosa di buono e raggiungere i nostri obiettivi».

OBIETTIVI AMBIZIOSI…FACENDO LE CORNA

«Facendo le corna e senza dire esplicitamente niente – conclude il presidente Donandoni – quest’anno non possiamo nasconderci. Ma oltre al presente, stiamo già programmando e lavorando per il futuro perché vorremmo avere una squadra sempre più competitiva, che possa affrontare bene qualsiasi situazione. Il desiderio è di vedere il Riviera in una categoria più alta, e questo nostro obiettivo deve essere da stimolo anche per i ragazzi: loro stessi in Coppa Ticino contro il Coldrerio hanno vissuto in prima persona come è molto più bello giocare in certe categorie».

CLASSIFICA – QUINTA LEGA (GRUPPO 3)

PTGVNPPPGFGS
Riviera155500-7333
Gorduno135410-28132
Moderna105311-6164
Lusitanos105311-13118
Preonzo95302-181112
Drina Iragna85221-17109
Makedonija65203-111123
Lodrino65203-2767
Pollegio45113-46712
Bodio35104-4826
Chironico35104-17616
Aquila05005-9515