Cinque vittorie consecutive nelle ultime cinque gare di campionato, dopo tante stagioni complicate il Tegna quest’anno potrebbe chiudere nelle primissime posizioni della classifica

Guarda un po’ chi c’è nei piani alti della classifica del Gruppo 3 di Quinta Lega: il Tegna. Dopo tante stagioni difficili vissute quasi sempre nell’ombra, quest’anno i biancorossi con l’arrivo in panchina (e in campo) di mister Vincenzo Gennarino si sono risollevati, tanto che nelle ultime quattro giornate di campionato tenteranno l’assalto al terzo posto della classifica. Nel girone di ritorno la squadra, dopo una piccola rivoluzione durante la pausa invernale con la partenza di molti giocatori, non ha praticamente sbagliato un colpo: 5 vittorie in 6 partite disputate, tra cui l’ultimo convincente poker contro il Moderna (4-1).

CHALCIO: Ciao Mister, l’ultima partita di campionato contro il Moderna era un specie di esame di maturità, superato a pieni voti?

Vincenzo Gennarino: «Sì lo era, e i ragazzi lo hanno superato a pieni voti. Sono proprio contento per tutti loro, mi stanno dimostrando di essere delle grandi persone. Alla fine del girone di andata abbiamo cambiato tanto, ci sono state tante partenze tra cui qualche prima donna che non faceva bene al gruppo. È rimasto solo chi teneva veramente a questa maglia. È stata la decisione giusta perché nel girone di ritorno sto vedendo tutto un altro spirito: adesso la squadra gioca mettendo in campo tanto carattere e tantissima voglia. Prima non era così».

CHALCIO: Inizio di ritorno shock, sconfitta per 7-1 contro l’Audax Gudo, poi 5 vittorie consecutive: cos’è successo?

Vincenzo Gennarino: «Quando tutto va bene è facile fare l’allenatore. Le vittorie aiutano a tenere il morale alto e le cose vengono più naturali. Quando invece i risultati non arrivano bisogna trovare delle soluzioni per risolvere il problema. Non è un compito facile, ma molto stimolante. Tra il girone di andata e quello di ritorno ho fatto scelte diverse. Una di queste è che ho preferito affidarmi a quei giocatori che in allenamento mi avevano sempre dimostrato di impegnarsi al 100%, magari meno bravi tecnicamente ma con un cuore e con un carattere superiore. Da qui che sono nate le nostre ultime cinque vittorie, dalla capacità del gruppo di rialzare la testa e superare gli ostacoli anche quando questi sembrano insuperabili».

CHALCIO: Dove vuole arrivare questo Tegna, terzo posto impossibile?

Vincenzo Gennarino: «Andiamo avanti per la nostra strada, però sì, sarebbe bello chiudere la stagione al terzo posto. Possiamo farcela, perché adesso scendiamo in campo consapevoli di potercela giocare alla pari contro qualsiasi avversaria. Potrà arrivare qualche sconfitta, ma lo spirito è cambiato e nel gruppo si respira un aria completamente diversa. Peccato per i punti persi nel girone di andata, ma non importa. Quest’anno l’obiettivo era quello di cambiare mentalità, abbandonare quella sorta di tendenza rinunciataria che nelle ultime stagioni aveva investito la squadra. Ci stiamo riuscendo, stiamo mettendo le basi per l’anno prossimo in cui mi piacerebbe vedere il Tegna lottare per la promozione».

CHALCIO: Mister nelle ultime tre partite hai segnato tre volte, tutti gol pesanti e decisici: adesso qualche tuo giocatore storcerà il naso nel vedere che sta rischiando di perdere il posto?

Vincenzo Gennarino: «Ma assolutamente no, sto solo cercando di dare una mano come fanno tutti quelli che sono rimasti al Tegna. Nelle ultime tre partite ho semplicemente finalizzato il gioco costruito dalla squadra. Dopo più di dieci anni lontano dai campi, ho dovuto smettere per problemi alla schiena, sono tornato a giocare perché c’era bisogno e l’ho fatto molto volentieri. Però è solo una parentesi, in futuro il mio obiettivo è fare solo l’allenatore. Approfitto però di questa domanda anche per sottolineare un’altra cosa: il lavoro fondamentale che sta facendo il mio vice Stefano Palmieri, figura indispensabile per l’equilibrio della squadra, ancora di più da quando sono tornato in campo»

CHALCIO: La prossima partita ci sono i Portoghesi Ticino, quanto finirà?

Vincenzo Gennarino: «Non mi sbilancio, ma posso assicurare che andremo in casa loro per fare risultato pieno. Avremo di sicuro qualche assenza, ma lotteremo fino alla fine perché vogliamo raccogliere altri tre punti. Ci abbiamo preso gusto e sarebbe un peccato fermarsi sul più bello»

CLASSIFICA QUINTA LEGA – GRUPPO 3

PTGVNPPPGFGS
Locarno42181350-357010
Portoghesi Ticino40181332-633518
Moesa 231171034-383828
Audax Gudo3018954-613526
Tegna2918945-213731
Moderna2719856-303930
Makedonija1718549-4553037
Pedemonte11193412-182448
Aramaici Suryoye11193412-671737
Codeborgo10183312-1142361
Gorduno1181611-341739

Potrebbero interessarti anche queste notizie: