Dopo tanti anni di sofferenza, in questa stagione il Tegna sta provando a gettare solide basi per il futuro, mister Vincenzo Gennarino ha portato tanta organizzazione e nuovi stimoli positivi

Sesto posto in classifica con 14 punti, il girone di andata del Tegna è stato tutto sommato positivo. La squadra di mister Vincenzo Gennarino per le prime cinque partite di campionato è rimasta imbattuta, poi negli scontri diretti contro Moderna, Portoghesi Ticino, Moesa e Locarno si è dovuta arrendere, giocando però quasi sempre alla pari.

«Siamo a metà classifica e credo che la nostra posizione sia giusta – confessa Marco Titocci, presidente del Tegna – anche se forse qualche punticino qua e là lo abbiamo perso. Nella seconda parte del girone c’è stato un piccolo rallentamento, ma per come ho visto i ragazzi negli ultimi allenamenti prima della pausa invernale, sono sicuro che nel girone di ritorno torneremo in campo con uno spirito completamente diverso e i risultati saranno ancora migliori».

«Abbiamo iniziato la stagione con un progetto ben deciso – continua il presidente Titocci – quello di riportare il Tegna a essere una squadra in grado di poter tenere testa a qualsiasi avversario. Negli ultimi anni si era creata una situazione un po’ stagnante, c’è sempre stato un bel gruppo ma sul campo abbiamo quasi sempre fatto fatica. Io e i miei colleghi di comitato iniziavamo a essere un po’ stufi, ma quest’anno le cose sono cambiate, e i risultati sono migliorati. Il cambiamento più importante è stato l’ingaggio di uno staff tecnico competente e qualificato, mister Vincenzo Gennarino e il suo vice Stefano Palmeri ci hanno dato un programma ben definito e una maggior organizzazione rispetto al passato, con allenamenti molto più mirati, tecnici e stimolanti per tutti i giocatori. Poi sono arrivati alcuni nuovi giocatori, soprattutto giovani, ma molto bravi, che hanno ringiovanito una rosa che stava diventando un po’ troppo “vecchia”. Sono soddisfatto del lavoro di tutti, a parte qualche fisiologica stupidaggine, aspetti negativi non ce ne sono».

Tornare in corsa per la promozione sarà molto difficile, il Locarno è una corazzata che difficilmente si lascerà sfuggire il primo posto, mentre Portoghesi Ticino, Moderna, Moesa e Audax Gudo probabilmente si daranno battaglia per il secondo posto, ma il salto di categoria non è mai stato un obiettivo del Tegna. «Quest’anno – continua Marco Titocci – stiamo lavorando in prospettiva futura. Il prossimo mese di febbraio, quando ricominceremo gli allenamenti, ripartiremo decisi più che mai per recuperare i punti persi sul campo. Ce la metteremo tutta per riuscire a raggiungere un piazzamento in classifica degno delle nostre capacità e dell’impegno che tutti noi stiamo mettendo per realizzare il nostro progetto: riportare in alto il Tegna».

Presidente, qual è il suo ricordo più bello della prima parte di stagione? «Non ho dubbi: i Sedicesimi di finali di Coppa Ticino giocati sul nostro campo contro i nostri vicini del Vallemaggia. A parte le quattro categorie di differenza e la sconfitta, abbiamo vissuto un’esperienza bellissima che a Tegna non si viveva da tantissimo tempo: tanto bel gioco scorrevole e corretto, arbitraggio impeccabile, assoluta sportività sia in campo che fuori, e grande affetto da parte del pubblico. Queste sono le partite a cui si dovrebbe assistere su tutti i campi, sia nelle coppe che in campionato, in qualsiasi categoria si giochi. Invece purtroppo, quasi tutte le settimane (non solo in Quinta Lega), si verificano brutti episodi che gettano cattiva luce su tutto il movimento calcistico regionale. Certo, è giusto perseguire un obiettivo ed essere competitivi, ma lottare per qualcosa non significa per forza essere tesi come corde di violini e presentarsi sui campi senza quasi nemmeno salutarsi. Ogni tanto capita addirittura di avere paura anche solo a dire una parola. Credo che ci voglia maggior serenità. Non bisogna mai dimenticare quali sono gli scopi principali del calcio minore, cioè fare sport e divertirsi. Tutti in questo dobbiamo migliorare, altrimenti non cambierà mai nulla».

CLASSIFICA QUINTA LEGA – GRUPPO 3

PTGVNPPPGFGS
Locarno2612840-23355
Portoghesi Ticino2212732-422113
Moesa2112723-332621
Moderna1912633-222720
Audax Gudo1812552-272015
Tegna1412444-92521
Makedonija1112345-3172021
Codeborgo912327-231838
Aramaici Suryoye912327-411321
Gorduno512147-261529
Pedemonte412138-121430

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

5L-2: Isone, mister Regazzoni tra Coppa e campiona... In campionato i bianconeri sembrano tagliati fuori dal discorso primo posto, senza nessuna pressione gli obiettivi potrebbero essere la Coppa di Q...
CCJL Allievi C: Lugano e Rapid Lugano sono ancora ... Nulla da fare per il neo promosso Team Riviera, poche sorprese nella 1ª giornata del girone primaverile Coca Cola Allievi C Prima giornata del gi...
Coppa 5L: ai sedicesimi di finale subito Gnosca-Cr... Tra le possibili outsider: Rapid Bironico, Biaschesi, Arosio, Rovio, Portoghesi Ticino, Origlio Ponte Capriasca, e la vincente di Audax Gudo-Aquil...
Coppa Ticino: domani sera Malcantone-Sementina e L... Penultime sfide degli ottavi di finale di Coppa Ticino, il quadro dei quarti di finale si completerà mercoledì 27 marzo con Lema-Balerna Domani s...
3L-1: Vacallo, mister Zappella “vorrei non perdere... Come si fermano Malcantone e Collina d’Oro? Forse può spiegarcelo mister Zappella del Vacallo che nelle ultime due giornate ha rallentato la corsa...
3L-2:un derby è un derby, la classifica non conta,... Pronta reazione dei GC Carassesi nel derby contro l'US Monte Carasso dopo la sconfitta con il Gordola. In una partita molto tirata la squadra di Co...
4L-1: Agno strada spianata, Sacha Cattelan “grande... Dal sito internet dell'FC Agno Il Bioggio ha giocato alla pari, ma un’invenzione di Casolini per Gaspar ha deciso la gara, nei biancoviola è pro...
5L, sintesi della 1ª di ritorno: allo Stabio il bi... Segnali di risveglio per Villa Luganese e Pedemonte, il Rapid Bironico è ancora vivo, Moderna e Portoghesi Ticino non si danno per vinti GRUPPO 1...
4L, sintesi della 1ª di ritorno: Agno è fatta? Il ... Azzurra e Comano rallentano, il Sant’Antonino sale minaccioso, la cura Campagnuolo sembra aver rivitalizzato i Lusitanos GRUPPO 1 L’Agno vince 1...
3L, sintesi della 2ª di ritorno: Malcantone cinico... Tenero Contra e Semine in rampa di lancio, il Sementina è una macchina perfetta, rialzano la testa i Carassesi GRUPPO 1 Grazie a un gol spettaco...