Dopo tre annate poco positive, quest’anno il vento sembra cambiato, merito di una squadra che sta prendendo consapevolezza nei propri mezzi e che vuole continuare a stupire

Forse ci siamo. Nelle ultime quattro partite il Codeborgo sembra finalmente aver trovato il giusto equilibrio. Le tre vittorie contro Gorduno, Makedonija e soprattutto Audax Gudo hanno ridato morale, mentre la sconfitta di misura con la capolista Moesa sta a indicare che forse i 12 punti di distanza dalla vetta sono un po’ troppi.

«Vorrei partire dalla sconfitta contro il Moesa – racconta Karim Spinelli, allenatore del Codeborgo – in cui nonostante il risultato negativo abbiamo giocato alla grande. A tratti anche dominando l’avversario. Il vero Codeborgo non è quello brutto visto nelle prime partite della stagione, ma quello delle ultime quattro gare in cui sono arrivati anche i risultati. Peccato essersi svegliati tardi. È dal 12 luglio che ci alleniamo e facciamo amichevoli, ma ci abbiamo messo decisamente troppo tempo per comprendere il nostro potenziale. Adesso non ci dobbiamo fermare. Bisogna migliorare ancora nella continuità e lavorare molto, solo così potremo ottenere altri risultati positivi. Dobbiamo ancora crescere, possiamo farlo tutti: io, lo staff, i giocatori (che già lottano come dei leoni) e la società».

Oggi il Codeborgo è settimo (con le quotazioni della squadra in netta ripresa), ma nelle ultime tre stagioni la classifica ha sempre pianto: penultimo posto nel 2017/2018 e nel 2015/2016, ultimo posto nel 2016/2017. Quest’anno però il vento sembra cambiato: «Restiamo con i piedi ben piantati per terra. Il nostro obiettivo è migliorare i punti dell’anno scorso. Però confesso – conclude mister Spinelli – che mi piacerebbe tanto essere lì davanti a giocarmela con le “grandi”. Abbiamo già affrontato tutte le prime, e secondo me il favorito numero uno alla promozione è il Locarno. Il Moderna mi ha però impressionato, hanno davvero un buon collettivo. Sarebbe bello, senza nulla togliere alle altre squadre, che fosse proprio il Moderna a centrare la promozione».

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

2L: il Balerna torna alla vittoria con due difenso... Di nuovo tre punti per il Balerna. Nel pomeriggio di domenica i nerazzurri si sono imposti sul Vallemaggia e termina cosi il periodo di assenza dal...
5L Gruppo 3: Pedemonte, il ds Calore “Locarno favo... Ultimo in classifica il Pedemonte non ha nessuna intenzione di arrendersi, le soddisfazioni sportive sono importanti, ma ancora di più lo sono i v...
5L: Arzo e Arosio campioni d’inverno; rincorsa fin... Nel gruppo 1 clamorosa sconfitta dello Stabio, battuto 1-0 dal Melide che quest’anno non aveva mai vinto GRUPPO 1 L’Arosio vince 1-0 lo scontro ...
4L: Bioggio e Campionese quotazioni in rialzo, il ... Primi punti sottratti alla capolista Azzurri che mercoledì affronterà nel recupero un lanciatissimo Sant’Antonino, pensare al primo posto è davver...
3L Gruppo 2: Sementina senza rivali, Verscio acuto... La capolista è inarrestabile, anche il Gordola deve arrendersi; pokerissimo del Solduno che interrompe la risalita del Blenio GRUPPO 2 Sementina...
5L gr.1: niente da fare per il Villa Luganese, 6-1... Ieri a Porza è giunto il Villa Luganese di mister Andreazza (assente per un'operazione alla spalla al quale vanno i migliori auguri di pronta guar...
3L Gruppo 1: poker Collina d’Oro, perde terreno il... Nella parte bassa della classifica colpo del Pura, il Monteceneri vince lo scontro diretto con il Breganzona e torna a sperare nella salvezza GRU...
2L: il Gambarogno c’è, scatto della capolista Bale... Settima vittoria nelle ultime otto giornate per il Gambarogno Contone, per la promozione bisognerà fare i conti anche con la squadra di Peschera ...
2L: Vedeggio e Cadenazzo, 2-2 e tanti rimpianti Partita bellissima tra due ottime squadre, un punto a testa che probabilmente scontenta entrambe VEDEGGIO – CADENAZZO 2-2 Due a due, né vinti né...
2L: Castello di misura sull’Ascona, poker dell’Arb... Castello e Arbedo raggiungono in cima alla classifica il Balerna; Ascona e Riarena la salvezza è sempre più complicata Nell’unico anticipo del sa...