Per nulla diplomatico Mite Petrov, da oltre 10 anni presidente del Makedonija, manda a quel paese la scaramanzia: “sono certo che nel girone di ritorno saremo la squadra da battere”

Colpaccio del Makedonija che chiude il girone di andata con una splendida vittoria esterna, 2-1 in casa della ex capolista Moesa. Un successo forse sorprendente, sino a sabato scorso il Makedonija aveva vinto soltanto due partite, che però non ha colpito il presidente giallorosso Mite Petrov: «È stata una vittoria meritata, non mi ha sorpreso più di tanto. Ho fiducia nei miei ragazzi e nel loro lavoro. In una piccola realtà come la nostra si gioca prima di tutto per divertirsi, senza ovviamente trascurare la voglia di superare gli avversari. Ho la fortuna di essere presidente di questo magnifico club da più di dieci anni e contro il Moesa, a livello di gioco, ho visto il Makedonija che conosco da sempre: il vero il Makedonija».

«Quest’anno abbiamo rivoluzionato squadra – continua Petrov – e inserito tanti giovani che hanno voglia di divertirsi. Dirò di più, abbiamo dimostrato in ogni partita che possiamo battere qualsiasi squadra nel nostro girone. È mancata un po’ di esperienza, ma la stiamo facendo, e sono certo che al ritorno saremo la squadra da battere».

Il presidente Petrov è così, diretto e senza paura di sbilanciarsi, una persona a cui sicuramente non piace giocare in difesa: «In rosa abbiamo diversi giocatori molto bravi, che potrebbero giocare anche in categorie superiori. Per me però sono tutti uguali, non ho un preferito. Aiutandosi uno con l’altro, ognuno di loro può esprimere il meglio di sé. La vittoria contro il Moesa è stata una riposta importante alle polemiche che ci sono state dopo la sconfitta con il Codeborgo. Posso dire che contro il Moesa è stata la nostra partita più bella della stagione, perché ho visto la squadra reagire e unirsi per superare le difficoltà».

Il Makedonija ha chiuso il girone di andata con 11 punti (3 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte), ma come detto dal presidente Petrov in primavera sarà tutta un’altra storia: «A fine andata mi aspettavo una classifica diversa. Nel nostro girone ci sono squadre che hanno sorpreso e sono con merito nelle zone alte. Questo dimostra che anche la Quinta Lega è campionato tutt’altro che facile, nessuno dovrebbe sottovalutarlo. Non credo né alla fortuna né alla sfortuna, quindi in classifica siamo nella posizione che ci siamo costruiti. Conosciamo i nostri errori e sappiamo dove vogliamo arrivare: ritornare al più presto in Quarta Lega (in uno o due anni). Il Locarno è una squadra ben organizzata, sotto tutti i punti di vista, e credo che abbia buone possibilità di vincere il campionato. Tuttavia, né il Makedonija né le altre squadre del girone lasceranno qualcosa di intentato: il Moesa là davanti a lottare con le prime ne è la dimostrazione».

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

2L: il Castello consolida il terzo posto nel giorn...   Quinta vittoria consecutiva per il Castello di mister Stefani che ha superato 3-1 un buon Rapid Lugano grazie a una doppietta di Spaguolo ...
2L: Marco Rizzello, ancora negli ultimi minuti, il...   Diciassettesima vittoria in campionato per i rossoneri di Peschera, il Riarena resta invece in fondo alla classifica RIARENA – GAMBAROGNO...
2L, sintesi e classifica della 24ª giornata: il Ga...   Arbedo ancora sconfitto, Vedeggio e Morbio mettono nel mirino il quarto posto; ko Losone, la squadra di Bontognali rischia di essere risuc...
3L-1: Riva beffato allo scadere e salvezza rimanda...   Bella partita, giocata bene da entrambe le squadre che si sono affrontate senza fare troppi calcoli Pareggio beffardo per il Riva, 2-2 co...
3L: Poker del Collina contro l’Insubrica L’anticipo di venerdì sera tra Insubrica e Collina d’Oro finisce con un secco 0-4 per gli ospiti che, dopo il passo falso di settimana corsa p...
5L, presentazione 21ª giornata: promozione, cosa d...   Nel Gruppo 1 con una vittoria lo Stabio festeggerebbe la promozione; nel Gruppo 2 serve un punto al Gnosca; nel Gruppo 3 tremano i Portoghesi...
Calcio regionale, Neuchâtel Xamax e ASI Audax-Friû... © xamax.ch Il Neuchâtel Xamax ha comunicato di aver sottoscritto una collaborazione con l'ASI Audax-Friûl per rinforzare le basi del calcio regional...
4L, presentazione 21ª giornata: Ligornetto per un’...   Nel Gruppo 1 Basso Ceresio-Canobbio e Savosa Massagno-Gravesano Bedano ultimi 180’ tra paradiso e inferno; nel Gruppo 2 quasi tutto già de...
3L-2, presentazione 24ª giornata: ultime speranze ...   Carassesi-Claro vale un’intera stagione, occasione per la Pro Daro di uscire dalle sabbie mobili, il Giubiasco cerca l’impresa in casa del...
2L, presentazione 24ª giornata: salgono le quotazi...   Con nove punti ancora a disposizione non è finita per Riarena e Ascona, per il terzo posto Castello padrone del proprio destino Terzultim...