Nel Gruppo 2 Audax Gudo e Aramaici Suryoye non approfittano del passo falso del Rapid Lugano; nel Gruppo 3 il Riviera non sbaglia e si riporta al primo posto in solitaria sfruttando lo 0-0 tra Moderna e Gorduno

Nel GRUPPO 1 ancora un controsorpasso in testa alla classifica con il Sessa che si riprende il primo posto grazie alla vittoria contro il Rancate e al rinvio del big match tra Agno e Arosio. Segnali di risveglio per l’Atletico Lugano, vittorioso contro il Villa Luganese grazie alle triplette di Vitali e Barbieri. Un punto a testa per Canobbio e Melide.

Nel GRUPPO 2 prima sconfitta per il Rapid Lugano in casa di un grande Pedemonte, ma delusione parzialmente attenuata per la squadra di Conte dalla contemporanea sconfitta dell’Audax Gudo (contro l’Isone) e dal pareggio degli Aramaici Suryoye (in casa del Tegna). Bene invece il Moesa contro il Codeborgo. Un punto a testa tra Origlio Ponte Capriasca e Portoghesi Ticino.

Nel GRUPPO 3 il Riviera si riporta in solitaria al comando della classifica staccando di due punti il Gorduno, costretto allo 0-0 nel big match contro il Moderna. Dopo quattro turni torna a vincere il Preonzo di Pensa. Belle vittorie anche per Aquila (finalmente convincente) e Lusitanos. Tanti gol e spettacolo nel 3-3 tra Chironico e Lodrino.

LE PARTITE (GRUPPO 1)

Sessa – Rancate 5-1 – Il Sessa di Buhler si riporta al comando della classifica rifilando 5 sberle al Rancate e approfittando del rinvio del big match tra Agno e Arosio. Intorno alla mezz’ora padroni di casa in vantaggio con Antonio Cortez, ma ripresi sull’1-1 appena prima dell’intervallo. In avvio di ripresa è Alessandro Pollio a spianare la strada al Sessa realizzando il momentaneo 2-1, poi Mirko Colucci (rigore), Andrea Pollio e Alberto Favalli arrotondano il risultato fissando il punteggio sul definitivo 5-1.

Atletico Lugano – Villa Luganese 6-2 – Seconda vittoria in campionato per l’Atletico Lugano di Guido Riccio che ha travolto con sei gol il Villa Luganese. Tra i padroni di casa scatenati Simone Vitali e Michael Barbieri, autori di una tripletta a testa (quella di Barbieri negli ultimi 8 minuti di gara tra l’85’ e il 93’). Nel Villa Luganese soddisfazioni personali per Robinson Galeri e Nicolo Vio (rigore).

Canobbio – Melide 0-0 – Canobbio e Melide preferisco non farsi del male, pareggio senza gol tra la squadra di Pissoglio e quella di Radenkovic: un punto a testa che muove la classifica di entrambe, ma che non aiuta a ricucire lo strappo dalle posizioni della classifica dove si lotta per la promozione.

Arzo – Porza 3-1 – Arzo e Porza hanno anticipato la 10ª giornata giocando mercoledì 6 novembre. Marcatori: De Sterlich (P) 11’pt, Martinelli (A) 45’pt; Pozzi (A) 18’st rig., Angaroni (A) 45’st.

Agno – Arosio Rinviata

LE PARTITE (GRUPPO 2)

Pedemonte – Rapid Lugano 5-4 – Colpo casalingo per il Pedemonte e prima sconfitta in campionato per il Rapid Lugano. Grande partenza dei padroni di casa che in meno di mezz’ora si portano sul 3-0 grazie alle reti di Matteo Bakovic, Mattia Capitanio e Stefano Pesce. Sotto di tre gol il Rapid Lugano reagisce con rabbia ristabilendo la parità con Matteo Lisciandrello (doppietta) e Thiago Poretti. Sul 3-3 i biancoblu staccano però di nuovo la spina, così il Pedemonte ne approfitta per allungare 5-3 con Mattia Capitanio e Marco Di Stefano. In pieno recupero terza rete personale per Matteo Lisciandrello: un gol che non basta al Rapid Lugano per evitare la prima sconfitta in campionato.

Tegna – Aramaici Suryoye 1-1 – Mezzo passo falso per gli Aramaici Suryoye in casa del Tegna. La squadra di Antonio Akai non riesce ad andare oltre l’1-1 contro i biancorossi di Ruberto, approfittando solo parzialmente delle sconfitte a sorpresa sia di Rapid Lugano che di Audax Gudo.

Isone – Audax Gudo 2-1 – Seconda sconfitta in campionato per l’Audax Gudo che in casa dell’Isone spreca la grossa occasione di portarsi al comando solitario della classifica. Succede tutto o quasi nella ripresa. Al 55’ ospiti in vantaggio con Juan Andres Pampuri, ma ripresi due minuti più tardi da un rigore di Fabiano Valnegri. All’81’ gol partita di Ivan Esposito e Isone che in classifica sale a 15 punti, -2 dal terzo posto degli Aramaici Suryoye.

Origlio Ponte Capriasca – Portoghesi Ticino 2-2 – Terzo risultato utile consecutivo sia per l’Origlio Ponte Capriasca (2 vittorie e 1 pareggio) sia per i Portoghesi Ticini (1 vittoria e 2 pareggi) che si accontentano di spartirsi un punto a testa muovendo entrambe le classifica.

Codeborgo – Moesa 1-2 – Il Moesa, grazie a una doppietta di Ronnie Mazzolini, è riuscito a vincere in casa del Codeborgo un partita bella e combattuta. Meglio i padroni di casa nella prima mezz’ora, ma Moesa più cinico e in gol con Mazzolini alle prima vera occasione. Al 62’ raddoppio Moesa (sempre Mazzolini), ma un minuto più tardi Codeborgo di nuovo in partita grazie a Ruben Pagnoncelli. Nel finale un’occasione per parte, prima padroni di casa vicini al pareggio, poi Moesa a un soffio dal terzo gol.

 

LE PARTITE (GRUPPO 3)

Riviera – Drina Iragna 3-1 – Nona vittoria (più un pareggio) in dieci partite disputate per il Riviera di Marchio, capolista solitaria grazie al 3-1 contro il Drina Iragna firmato dalla doppietta di Bruno Ferreira e dal rigore di Matteo Ferrari. Per il Drina Iragna momentaneo 2-1 di Ivan Stojic.

Moderna – Gorduno 0-0 – Moderna e Gorduno si ostacolano a vicenda, pareggiando 0-0 e lasciando al Riviera la possibilità di prendersi un po’ di vantaggio, ma sia la squadra di Demirkiran che quella di Perini (rispettivamente al terzo e al secondo posto della classifica) restano in corsa per la promozione.

Makedonija – Preonzo 1-3 – Dopo le ultime quattro giornate di digiuno quasi totale (un solo punto raccolto) torna a sorridere il Preonzo di Maurizio Pensa, vittorioso 3-1 in casa del Makedonija grazie ai gol di Enea Genazzi, Gregorio Bianchi e Dennis Grossi.

Lusitanos – Bodio 5-1 – Manita dei Lusitanos contro il Bodio. Per i padroni di casa tripletta di Petar Jovic e reti di Tiago Emanuel Ribeiro e Norberto Monteiro. Per il Bodio momentaneo 2-1 di Gionas Bonardi.

Aquila – Pollegio 6-0 – Seconda vittoria in campionato per l’Aquila di Spartaco Mele che abbandona l’ultimo posto della classifica, dove invece scivola il Pollegio, in compagnia del Bodio. Aquila in gol con cinque giocatori diversi: Tiago Filipe Silvestre, Alessandro Detta, Alessandro Ferrari, Jan Schmid e doppietta di Luigi Pezzotti.

Chironico – Lodrino 3-3 – Spettacolo, tanti gol, un espulsione e cinque ammonizioni: Chironico e Lodrino non si sono fatte mancare quasi niente. Ospiti avanti 2-0 grazie a Pezzullo e Sinopoli, ma ripresi tra il 23’ e il 25’ da Belli e Matteo Ambrosini. In avvio di ripresa è il Chironico a portarsi sul 3-2, poi al 76’ mister Nicola Giudici si fa espellere dalla panchina e all’88’ il Lodrino pareggia (3-3) con Alessandro Oliverio.