Nel Gruppo 2 pari nel big match tra Aquila e Rapid Bironico, nel Gruppo 3 il Locarno travolge il Makedonija e si riprende il primo posto della classifica

GRUPPO 1

Prova di forza dello Stabio che ha travolto 7-1 il Rovio prendendosi il primo posto della classifica. Dopo diciassette minuti di gioco gialloneri già avanti 3-0 grazie a una doppietta di Stefano Nestasio e a un gol di Valentino Vacchetto. I Rovio prova a rientrare in partita con Francesco Sala, ma nella ripresa la squadra di Russo spinge ancora sull’acceleratore andando in gol altre quattro volte con Vacchetto, Scarpazza e De Sousa (doppietta).

Arosio e Arzo restano appaiate al terzo posto grazie alle vittorie rispettivamente contro Rancate (6-0) e Porza (5-3). Vittoria esterna più complicata del previsto per il Rapid Lugano di Conte che si è imposto 1-0 in casa dell’ultima della classe Villa Luganese. A decidere l’incontro è stato Lazar Najdenov in gol al 10’ della ripresa. Quarto successo in campionato per il Melide, 5-3 casalingo contro l’Origlio Ponte Capriasca. Primo tempo equilibrato chiuso sul 2-2: doppietta di Mascazzini per i gialloblu, gol di Spagnoli e Cattaneo per l’Origlio. A inizio ripresa gli ospiti provano ad allungare con Federico Spagnoli (doppietta personale), ma sono ripresi da un rigore di Mascazzini (tripletta) e poi superati nel finale da Veseli e Pandurevic che fissano il risultato sul definitivo 5-3.

GRUPPO 2

Finisce in parità (2-2) il big match di giornata tra Aquila e Rapid Bironico. Gara decisa da due doppiette: per i padroni di casa a segno due volte Marco Baggi, per il Rapid Bironico (che conserva il secondo posto) doppio Francesco Fontana.

Aquila raggiunto in classifica dalla Juventus Cresciano che ha vinto 3-2 in rimonta contro il Preonzo. Nel primo tempo i padroni di casa si illudono con Bellotti (rigore) e Enea Genazzi, ma la Juventus Cresciano torna in partita appena prima dell’intervallo grazie alla rete Bilandzija. Nella ripresa i bianconeri pareggiano con Fieschi e al 70’ trovano il gol vittoria sempre con Nikola Bilandzija su calcio di rigore.

Salgono al terzo posto i Biaschesi (a una sola lunghezza dal Rapid Bironico secondo in classifica) che hanno travolto 6-0 il Polleggio. Nel primo quarto d’ora una doppietta di Tomas De Leonardis spiana la strada alla squadra di Bordoli. A inizio ripresa i Biaschesi colpiscono altre quattro volte: Lancioni, autorete di Maida, Lopetrone e De Leonardis.

Successo esterno per l’Isone, 3-1 contro il fanalino di coda Bodio. Al 20’ vantaggio ospite firmato da Fabiano Valnegri. Valnegri si ripete al 24’ della ripresa, poi Roncoroni porta il parziale sul momentaneo 3-0. Quasi allo scadere gol della bandiera di Cavadini. Chironico-Lodrino rinviata a data da destinarsi.

GRUPPO 3

Il Locarno torna al comando della classifica rifilando 7 gol al Makedonija (7-2) e approfittando per riposo forzato dei Portoghesi Ticino, che venerdì sera non hanno giocato contro il Moesa per impraticabilità del campo. Risultato mai in discussione per l’undici di Frigomosca a segno tre volte nel primo tempo con Matias De Biase e una con Sebastiano Calogero. All’8’ della ripresa rete di Grimani, poi sigilli di Berroa e Ejjaad. Le due reti del Makedonija sono state segnate entrambe nel primo tempo: Monteiro al 4’ e Dimitrov al 40’ su calcio di rigore.

Appaiate al quarto posto della classifica si confermano Moderna (vittorioso 5-0 sul Aramaici Suryoye) e Audax Gudo che, grazie a una rete di Gianluca Marra alla mezz’ora del primo tempo, ha piegato 1-0 la resistenza di un ottimo Gorduno. Bene anche il Tegna che ha vinto 2-1 in rimonta in casa del Pedemonte. Padroni di casa avanti al 16’ del primo tempo Murrone. Nella ripresa pareggio di Aghina. Quasi a tempo scaduto è lo stesso allenatore del Tegna Vincenzo Gennarino a regalare i tre punti ai suoi realizzando il definitivo 2-1.