Separate da 4 punti in classifica, ma con gli ospiti in credito di un recupero, Mendrisio e Stabio si sono giocate la promozione

Terreno del Comunale in pessime condizioni, ma sugli spalti hanno presenziato all’incontro poco più di 200 spettatori, offrendo un bel colpo d’occhio al contesto. Stabio più intraprendente nei primi minuti e due volte vicino al vantaggio con in diagonale a lato di un soffio e un colpo di testa insidioso. Il Mendrisio, lentissimo nella manovra, ha preso in mano il filo del gioco grazie alla complicità di un ritmo partita da zona retrocessione. Due episodi chiave nell’ultimo minuto del primo tempo: il Mendrisio prima resta in 10 per un giallo all’ottimo Minelli e poi va in gol grazie ad un rasoterra di Tiritiello dal limite che ha sorpreso l’ex Zaccaria.

In 10 per la prima parte della ripresa, la squadra di Matera ha controllato senza patemi il vantaggio, ma un errore di impostazione ha offerto una ripartenza allo Stabio dalla quale sono scaturiti un rigore trasformato da Tedde e un giallo a Sulmoni: corretto l’intervento del direttore di gara e anche la sanzione, ma il fallo è iniziato due metri abbondanti fuori dalla linea dei sedici metri. In inferiorità per altri otto minuti, dopo averne giocati due in 9, il Mendrisio non ha mai rischiato ed ha sempre controllato il gioco sfiorando il vantaggio con una conclusione ravvicinata di Dell’Ava e con un missile all’incrocio di Perego, entrambi neutralizzati da Zaccaria. Un inutile fallo nei sedici metri ha regalato al Mendrisio il rigore del sorpasso, trasformato da Atay.

Nel finale è arrivato in contropiede anche il 3-1 di Di Muro su assist di Bolchini, pochi istanti dopo una tempestiva uscita di Ferrario sui piedi di un attaccante giallonero lanciato a rete. Vittoria per il Mendrisio, oggi migliore del suo avversario nel complesso dei 90′ anche in considerazione del supporto ricevuto da alcuni giovani che frequentano in pianta stabile la prima squadra. Ottima la prestazione dei due difensori centrali Minelli e Maestri e nello Stabio da segnalare le due parate del portiere Zaccaria che hanno tenuto in partita i suoi.

Da segnalare l’uscita dal campo per infortunio al ginocchio del bomber Dell’Ava e qualche scaramuccia dopo il fischio finale provocata da un gesto isolato di un giocatore, costato un rosso per parte a causa di provocazione e reazione. La partita è stata corretta e ben gestita dal direttore di gara, bravo a non farsi condizionare dal clima caldo che ha riscaldato la gremitissima tribuna del Comunale. Un derby vero, di quelli che attraggono pubblico e che al netto del gioco non sempre spettacolare ha divertito. L’organizzazione della società ospitante è parsa oggi impeccabile.

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

FC Mendrisio, De Biasi lascia Alex De Biasi, classe 96', lascia il Mendrisio. Il centrocampista dell'andata del Mendrisio 2018/2019, lascia la squadra momò come alcuni dei s...
Comunicato stampa FC Mendrisio Comunicato stampa Alle scuole Canavée di Mendrisio mercoledì 5 dicembre si è svolta l’assemblea ordinaria del FC Mendrisio per la stagione 2017-2...
Misir Memaj lascia Mendrisio per il Novazzano di m... Un'altra pedina del FC Mendrisio lascia la squadra di Prima Lega del nuovo mister Bettinelli. Misir Memaj, arrivato in tarda estate in quel di Me...
Anche Michael Mele nel Taverne di Ganz Anche Michael Mele segue Fuso, insieme giocheranno nel Taverne. Il 23 novembre abbiamo comunicato che l'FC Mendrisio ha liberato Michael Mele, cl...
FC Mendrisio, finalmente un arrivo, ritorna Lagrot... Dopo varie partenze, Dario Lagrotteria è un gradito ritorno a Mendrisio. Niente Sarr, niente Rey del Chiasso, tra l'altro autore di una bella pre...
Allievi A1: Melezza Vallemaggia senza pietà, Caste... Monte Carasso salvo matematicamente, domani sera nel recupero sempre contro il Melezza Vallemaggia la squadra di Rossini può anche perdere, in pri...
Allievi A: Monte Carasso, tutto in 90’, salvezza o... Il Castello Coldrerio ha ancora qualche piccola possibilità di salvarsi, bisogna tifare Melezza Vallemaggia, poi vincere gli ultimi due recuperi d...
1L: Mele libero e Alaimo al Paradiso, continua il ... Altri due giocatori cambiano società. Andrea Alaimo, attaccante ex Balerna, lascia Mendrisio per il Paradiso del presidente Caggiano, mentre Mich...
Leandro Fuso ringrazia Mendrisio, felice di ritrov... Come risaputo, Leandro Fuso lascia Mendrisio per il Taverne in Seconda Interregionale. Da noi contattato, Leandro ci tiene a ringraziare il Mendr...
FC Mendrisio, si sta creando un nuovo futuro Nuove prospettive si stano delineando in casa dell'FC Mendrisio. La società sta lavorando per dare al nuovo mister Stefano Bettinelli un gruppo d...