© FreshFocus/FC Lausanne-Sport

La 16ª giornata del campionato di Brack.ch Challenge League ha visto le formazioni di vetta rispondere a vicenda ai rispettivi successi esterni, mentre nella zona bassa della graduatoria il Chiasso non ha approfittato del kappaò dello SLO, non riuscendo a sfatare il tabù-Vaduz

I rossoblù, che non superano i Principini da oramai 14 partite (tredici sconfitte e un solo pareggio!), rimangono sul fondo della classifica con quattro punti di svantaggio su vodesi e Sciaffusa. Le prossime sfide dei ticinesi, con Grasshopper e Aarau, manderanno i titoli di coda a un girone d’andata che definire complicato appare riduttivo.

In vetta, a quota 36 e 30 punti, ci sono Losanna e Cavallette, vincitori rispettivamente a Kriens e Nyon con il medesimo risultato (0-1). A oggi, come previsto, sono loro le due formazioni che si giocheranno la prima e la seconda posizione fino al termine della stagione.

La situazione che concerne le altre squadre è più tranquilla, nel senso che, nonostante gli sforzi, non sembrano avere i mezzi per raggiungere i due gruppo là davanti. Dal terzo posto del Wil al settimo dell’Aarau c’è una distanza minima di quattro punti, dove si situano anche Winterthur, Vaduz e Kriens. Come per la massima serie, anche la categoria cadetta viaggia a tre velocità. Sarà così fino alla fine?