La squadra del Liechtenstein dilaga nel primo tempo, infilando al Chiasso una quaterna. Risveglio con due reti nella ripresa, ma nulla più. Brutto infortunio a Marzouk.

 

Vaduz – Chiasso 4:2 (4:0)

Reti:7’Milinceanu 1:0, 9′ Cicek 2:0, 19′ Simani 3:0, 39. Schmid 4:0.52′ Almeida, 76′ Bahloul (rig.) 4:2.

Vaduz:Büchel; Gasser, Schmid, Simani;Dorn, Gajic, Lüchinger (91’Sele), Schwizer (58′ Göppel); Cicek (78′ Frick), Milinceanu (72′ Coulibaly), Sutter.

Chiasso: Jacot; Lurati, Martinenghi, Dixon(70′ Padula); Gamarra, Bahloul, Wolf (70′ Hadzi) , Antunes (81′ Rossi) Epitaux;  Pollero, Marzouk (14’Almeida).

Note: Staduin Rheinpark. Arbitro: Anojen Kanagasingam. Vaduz senza  Ospelt, Drazan, Antoniazzi, Hofer, Wieser, Prokopic (tutti inf.). Chiasso privo di Bellante, Berzati, Senderos, Hajrizi, Iberdemaj, Cyzas (infortunati). Ammoniti: 45′ Wolf, 57’Martignoni, 59’Schwizer, 72’Dorn, 78’Almeida. Aste: 7′ Schwizer, 19′ Antunes.

Il Vaduz rimane ancora una volta la bestia nera per il Chiasso. Oggi pomeriggio dopo 40 minuti la partita poteva considerarsi chiusa. Ben 4 reti sono  finite nella porta del Chiasso, se poi si aggiunge anche il brutto infortunio occorso al 14esimo a Marzouk ( ginocchio??) , quasi nulle le speranze per i rossoblù di risalire la china. Nei secondi 45 minuti sono arrivate due segnature, più per abbellire un tantino il risultato, ma nella sostanza rimane una sconfitta che fa male.

Dopo le ultime buone esibizioni, ci si attendeva un altro Chiasso. Invece sono tornati i vecchi “incubi” , una squadra fragile che nei primi 45 minuti ha sofferto tantissimo. Reti evitabili, frutto di errori e una concentrazione che non è sembrata al massimo. Peccato! Ci si attendeva un’altra squadra, invece il campo ha dato un verdetto diverso.

La speranza che si sia trattato di un brutto pomeriggio e nelle due ultime partite nel 2019, sabato in casa contro il GC ( inizio al Riva IV alle ore 1700) e poi la settimana dopo con la trasferta ad Aarau, Martignoni e Co riescano ad esprimersi al meglio.