Il Chiasso gioca, va due volte in vantaggio, ma poi subisce la forza del Servette che riesce a girare la partita e vincerla.

Servette – Chiasso 3-2  (1-2)

Reti: 5’Padula 0:1, 23′ Iapichino 1:1, 45′ Gomes 1:2, 70′ Kone 2:2, 85′ Kone 3:2.

Servette: Kiassumbua; Sauthier, Routis, Rouiller, Severin (50′ Imeri); Macoppi (60′ Follonier), Stevanovic, Cognat,Iapichino; Kone (88′ Mfuy), Schalk (68′ Chagas).

Chiasso: Mossi; Brivio, Martignoni, Lurati (82′ Ajeti); Perico, Charlier, Milosavljevic, Gomes  (64′ Bahloul); Padula (70′ Malinowski), Milinceanu, Manicone (68′ Josipovic).

Note: Stade de Genéve,  4’447 spettatori. Arbitro. Sig.a Esther Staubli. Servette privo di Wüthrich (squalificato), Antunes, Lang, Alphonse, Busset, Sarr ( inf). Chiasso senza Alessandrini ( squalificato), Giorno, Pollero, Guidotti, Iberdemaj, Nsumbu  (inf).  Ammoniti:20′ Milosavljevic, 33′ Charlier, 65′ Martignoni, 70’Bahloul,77’Routis, 85′ Kone.

Una doppietta del ginevrino Kone,  negli ultimi minuti di gioco,  condanna un Chiasso volenteroso, battagliero, ma che alla fine ha dovuto inchinarsi alla supremazia della capolista.

I ticinesi sono andati due volte in vantaggio, con Padula e Gomes, ma poi hanno subito il ritorno dei ginevrini, con uno scatenato Kone, che prima di furbizia e poi con un colpo di testa ha sancito il risultato finale.

Molto l’amaro in bocca per la compagine allenata da Andrea Manzo, ma consapevoli di aver disputato una bella partita, che lascia ben sperare nella lotta per la salvezza.

Peccato per la possibilità gettata al vento di portare a casa almeno un pareggio, ma già sabato 20 aprile, al Riva IV con inizio alle ore 2000, arriverà un’altra squadra di alta classifica, il Losanna, bisognerà partire da quanto fatto vedere in terra ginevrina. Un Chiasso che ha dimostrato di potersela giocare fino a fondo la permanenza nella Challange League.

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp