Il Chiasso convince ancora e batte il Servette dopo una bella partita. In svantaggio dopo pochi minuti, riescono nel primo tempo a  ribaltare il risultato, difendendolo fino al 90′.

 

Chiasso – Servette 2:1 (2:1 )

Reti: 9′ Schalk 0:1, 23′ Milosavljevic 1:1, 40′ Guidotti 2:1

Chiasso: Mossi; Perico, Martignoni, Alessandrini; Milosavljevic, Charlier (56′ Giorno), Guidotti, Bahloul ( 75′ Ajeti) ; Padula, Milinceanu (74′ Manicone), Pollero (66′ Josipovic).

Servette: Frick;Sarr, Mtfuyi (46′ Iapichino), Rouiller, Severin; Cespedes, Stevanovic, Wüthrich (66′ Alphonse), Imeri; Schalk, Kone (56′ Chagas).

Note: Stadio Riva IV, 480 spettatori. Arbitro: Pascal Erlachner.Nel Chiasso assenti Lurati e Belometti ( squalificati)   Servette lamenta le assenze di Sauthier, Cognat ( squalificati) Routis, Lang, Busset (infortunati), Malvino (inf), Monighetti e Nsiala ( non convocati )

Ammoniti: 5′ Charlier, 20′ Perico, 50′ Milinceanu, 59′ Giorno.

Colpaccio del Chiasso. Dopo aver battuto nella prima giornata di ritorno in trasferta lo Sciaffusa, altra importante impresa dei rossoblù. Al Riva IV hanno battuto la capolista Servette per 2-1.

Risultato maturato nel primo tempo, con dapprima il vantaggio ginevrino arrivato dopo solo nove minuti di gioco con Schalk. Poi è arrivata la reazione dei padroni di casa che dapprima hanno pareggiato con Milosavljevic, ben imbeccato da Milinceanu e la seconda decisiva segnatura che porta la firma del giovane Guidotti, bravo a sfruttare al meglio un errore di Mfuy e trafiggere il portiere avversario con un bel diagonale.

Secondo tempo chiaramente di marca ginevrina, ma con molta accortezza i ragazzi di Manzo sono riusciti a tenere il risultato, conquistando 3 importantissimi punti per la classifica.

In campo per la prima volta dell’ultimo arrivato, il centrocampista italiano Francesco Giorno e dopo lunga assenza anche del bomber Zoran Josipovic.

Ma il Chiasso non potrà dormire sugli allori, settimana prossima altro difficile “cliente”. Domenica 17 ci sarà la difficile trasferta ad Aarau, una delle formazioni attualmente più temibili. Ma il Chiasso visto oggi pomeriggio, non deve aver paura di nessuno.

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp