Classica partita da 0-0, decisa da un episodio a favore del GC, bravo a sfruttare un incertezza della difesa di casa. Pochissime le occassioni da rete, troppi invece i cartellini gialli rimediati dal GC, ben 7. 

Chiasso  – GC  0:1  (0:0 )

Reti: 58′ Pusic 0:1.

Chiasso: Jacot; Martignoni, Epitaux, Senderos; Wolf; Dixon (77′ Padula), Bahloul (72′ Kryeziu), Antunes; Gamarra (77′ Hadzi); Pollero, Almeida (82” Rossi).

GC: Salvi; Arigoni, Cvetkovic, Souare, Wittwer; Salatic; Cabral (87′ Rustemoski), Morandi (77′ Njie), Buff, Pusic (69′ Diani); Subotic (69′ Momoh)

Note: Stadio Riva IV.  1’000 spettatori. Arbitro: Sig. Mirel Turkes. Chiasso senza Bellante, Berzati, Iberdemaj,Hajrizi, Marzou,Malinowski, Doldur, Lurati (inf.), Pugliese e Cyzas  (non convocati). GC  privo di Basic, Ben Khalifa,Asillani, Gölzer (inf.), Schneider, Mesonero, Fehr (non convocati). Ammoniti: 22′ Subotic, 34′ Pusic, 43′ Salatic, 55′ Bahloul, 65′ Arrigoni, 76′ Buff. 88′ Momoh, 90′ Wittwer.

Peccato per il Chiasso. Un pareggio lo avrebbero meritato. Partita decisa da una rete causale, frutto anche di un errore del portiere di casa. GC venuto a Chiasso per portarsi a casa la posta piena, ci è riuscito, ma prestazione quella della squadra allenata da Ueli Forte, poco spettacolare. Da rimarcare, i molti falli e i 7 cartellini gialli rimediati dal GC.  Il Chiasso può’ anche recriminare per due episodi molto dubbi nell’area degli ospiti, che hanno scatenato le proteste della panchina rossoblù, con Lupi ammonito.

Primo tempo “soporifero”. I tifosi, già infreddoliti per la temperatura invernale, non si sono sicuramente riscaldati. Gioco approssimativo, nessun tiro nello specchio della porta, azioni confuse. Un calcio poco divertente. Dal GC, secondo  in classifica ci si attendeva di più. Fanno notizia i tre cartellini gialli rimediati dalla squadra ospite, seguiti da altri quattro nella ripresa. Il Chiasso che riproponeva in difesa Senderos, si è difeso con ordine, ma la fase offensiva troppo sterile.

Tutt’altra musica dopo la pausa partita, con le due squadre che hanno alzato il ritmo e finalmente si sono date “battaglia”.  Al 58esimo l’azione che ha deciso la partita . Un cross di Arrigoni e stato sfruttato bene da Pusic, che ha anticipato di testa il portiere Jacot, non privo di colpe sulla segnatura.  Pronta la reazione del Chiasso, sfortunato su una mischia in aria, dopo un calcio d’angolo, il pallone indirizzato in rete, a pochi centimetri dalla linea di porta è stato respinto da un difensore zurighese.