Difficile trovare un podio rossoblù per i 3 migliori dopo la brutta partita del Chiasso con il Kriens. Noi ci abbiamo provato, cercando altre soluzioni, che possono essere tema di discussione

Devo essere sincero, ieri  mi sono messo davanti al Pc, per scrivere il mio abituale pezzo riguardante il podio dei 3 migliori giocatori dopo la partita Chiasso – Kriens, ma ero assai perplesso.  A lungo ho pensato chi potevo far salire sul podio.  Su uno ero tranquillo e sicuro, su gli altri due, con molto imbarazzo avevo molti punti interrogativi. Ho lasciato che passassero 24 ore per arrivare alla mia decisione.

Per il podio principale, non ci sono  dubbi va  all’ esordiente  ventenne portiere Loic Jacot, come voto un chiaro 4.5. Sicuro, tranquillo, senza sbavature, incolpevole sulla rete dei lucernesi, un esordio con i fiocchi. Un talento, speriamo che nel tempo possa confermare quanto visto sabato al Riva IV.

Per il secondo podio, lo spunto l’ho avuto dallo speaker ufficiale del Chiasso, che quando ha comunicato gli spettatori paganti, al numero dei presenti  ha aggiunto la parola “eroici”.  Sugli spalti, ormai da molto tempo, i presenti sono pochi, forse anche sempre meno. I soliti visi noti, i tifosi che non mollano mai, gli amici che non vogliono mancare alle partite della loro squadra. Possiamo senza ombra di dubbio chiamarli “eroi”. Quanto dimostrato dai giocatori in campo, lascia molto, ma molto amaro in bocca. Ma non dimentichiamoci la pazienza dei supporter ha anche i suoi limiti. Non tiriamo troppo la corda, potrebbe spezzarsi.

Terzo podio?  La società alla fine della partita, si è assunta la responsabilità dell’attuale momento nero del Chiasso. Nessun alibi, parole precise, senza tanti fronzoli, un solo credo: lavorare, lavorare, lavorare.  Basterà, per scuotere l’ambiente?  Già sabato a Winterthur potrebbe arrivare la prima risposta. Si sa nel calcio tutto o niente può succedere nel giro di pochi giorni.