A tre settimane dalla ripresa del massimo campionato femminile, la capolista Servette sta proseguendo in maniera ottimale la sua preparazione alla seconda fase di Lega Nazionale A

Sul terreno sintetico di Thun Süd, alle porte della Stockhorn Arena, le ragazze guidate da Eric Sévérac non hanno avuto pietà delle dirimpettaie bernesi, che militano nella categoria cadetta, superandole con un netto ed eloquente 9-3! Nonostante un clima rigido che ha accolto le due contraenti, la sfida tra le due squadre che si trovano in vetta ai rispettivi campionati, ha riservato ai presenti una dozzina di segnature.

A portarsi avanti sono state le padrone di casa dopo 180 secondi dall’inizio della gara. Le ginevrine non si sono scomposte e hanno reagito immediatamente, andando a segno con Maeva Sarrasin (tripletta, tra cui una rete su calcio di rigore), Kenza Chircop e Caroline Abbé. Da segnalare che la numero uno ginevrina Ana Castro ha bloccato, come già accaduto contro il Lione, un tiro dagli undici metri.

Appena tornate dagli spogliatoi, le granata hanno messo fine al primo set, iscrivendo l’1-6 ancora con Maeva Sarrasin, che ha dunque calato il personalissimo poker. Alla riduzione del punteggio biancorosso, giunto al 55′, ha fatto poi seguito un periodo in cui gli animi si sono calmati. Essi si sono «risvegliati» negli ultimi dieci minuti, con le realizzazioni di Leticia Silverio (doppietta) e Giulia Pezzotta per le ospiti e del terzo punto del Thun, che ha definito lo score su uno spettacolare 3-9.

(nella foto: Maeva Sarrasin, con il numero 7, mattatrice dell’incontro amichevole con quattro reti – © Servette FC Chênois Féminin)