L’arrivo di Theo Hernández ha modificato le gerarchie sulla fascia sinistra del Milan. Se prima il titolare inamovibile era Ricardo Rodríguez, ora il francese lo ha scavalcato a suon di prestazioni convincenti

Il 27enne laterale (67 presenze sinora e 7 reti con la maglia rossocrociata) veste la maglia rossonera dall’estate del 2017, quando la società meneghina, allora diretta dal fantomatico patron cinese Yonghong Li, lo acquistò dal Wolfsburg per l’esorbitante cifra di 15 milioni di €. Nell’era in cui il condottiero milanese era Gennaro Gattuso, RR68 giostrava sempre e scendeva in campo ogni qualvolta era prevista una partita ufficiale. Adesso, con il rientro a pieno regime del 22enne francese, per il calciatore zurighese la panchina è l’unica via percorribile per osservare il campo da vicino.

Né con l’ex tecnico, lo «svizzero» Marco Giampaolo, né tantomeno con il nuovo allenatore rossonero Stefano Pioli la situazione del giocatore di origini cilene sembra volersi sbloccare a suo favore. Ecco dunque che tornano in auge le ipotesi di una cessione nella prossima finestra di calciomercato. Le destinazioni più plausibili? Al momento le candidate non mancano, ma un ritorno in Germania, Borussia Dortmund e Schalke 04 in particolare, non è affatto escluso. Attenzione però a Roma, Everton e Atlético Madrid. Il suo cartellino è valutato circa 13 milioni di €, mentre il suo contratto con il Milan scadrà il 30 giugno 2021.

Potrebbero interessarti anche queste notizie: