Ai ragazzi di mister Rota bastava un pareggio ma la forza del Rothenburg è stata quella di non aver mai mollato, vittoria per 3-4.

La squadra ospite parte bene, al 7′ minuto è già in vantaggio con una befffarda autorete di Gamba che devia un tiro di De Berardino comunque pericoloso, ma che sarebbe uscito. Mister Rota vuole che si giochi la palla e all’11’ Ballerini trova il tiro da fuori area ma per il portiere Bachmann è facile preda, capovolgimento di fronte e ancora De Berardino butta la palla oltre l’asta con un bel colpo di testa. Al 13′ tocca a Cereghetti portarsi solo davanto al portiere con una bella azione personale ma il tiro diventa un retropassaggio di facile presa del portiere.

La partita è bella, viene espresso un buon gioco, soprattutto dal Chiasso e al 17′ Ballerini, imbeccato bene da Cereghetti la butta a lato alla destra del portiere ma la rete del pareggio è nell’aria e ci pensa il solito Meoli su passaggio dalla destra di Amrar.  Lo stesso Amrar 10 minuti dopo porta in vantaggio i padroni di casa con un tiro-cross che sorprende Bachmann. Ma gli ospiti non mollano, e si fanno sotto, al 45′ è bravo Braglia che ferma Cotrim solo davanti a lui, e un minuto dopo ci pensa De Berardino a siglare il 2-2 su punizione, Braglia non riesce a intervenire. Primo tempo in parità.

Il secondo tempo vede gli ospiti più intraprendenti, devono vincere per conquistare il titolo. Ci prova comunque al 52′ Cereghetti al volo che cerca di sorprendere il portiere avversario con un pallonetto, ma va fuori, 5 minuti dopo ancora De Berardino trova un bel taglio e si trova a tu per tu con Braglia che questa volta non può niente, ospiti in vantaggio e momentaneamente campioni. Il Chiasso sembra scosso e al 60′ ci prova ancora De Berardino con un tiro alto, replica il Chiasso con Ballerini che, messo bene per colpire di testa, manda fuori di un soffio.

I padroni di casa spingono per pareggiare ma sono ancora gli ospiti che passano con Cotrim all’89’ con un veloce contropiede, il Chiasso non ci crede e si portano ancora in avanti, riduce le distanze ancora Meoli al 93′ ma non c’è più tempo, l’arbitro fischia, il Rothenburg è campione e si giocherà le finali di categoria a Zurigo questo weekend al centro sportivo Heerenschürli, a Zürich-Schwamendingen.

Il Chiasso ha pagato duro l’ultimo tour de force, i ragazzi di Rota hanno giocato 3 partite in 5 giorni a causa di due spostamenti proprio all’ultimo momnto del calendario da parte della Innerschweizerischer-Fussballverband (la Federazione che gestisce i campionati Coca-Cola).