L’allenatore gialloblù «Da noi i ragazzi possono crescere bene e migliorare la loro formazione calcistica, per poi esordire in qualche prima squadra importante».

Ancora rinviata per impraticabilità del campo la sfida tra INSEMA e Team Obwalden, partita però ininfluente ai fini della classifica perché entrambe le squadre sono già matematicamente salve. Ed è stato grazie a un gran finale di stagione che i ticinesi dell’INSEMA sono riusciti a salvarsi nella massima categoria del calcio giovanile, vincendo le ultime due partite del campionato autunnale contro Schattdorf (4-1) e Rothenburg (2-1), con in mezzo anche la qualificazione agli ottavi di finale di Coppa Ticino grazie al successo sul Savosa Massagno (1-0).

«Prima di tutto – racconta Nicola Mastromarino, allenatore dell’INSEMA – vorrei dire che sono molto felice di far parte dell’INSEMA, una società seria e con un gran settore giovanile: un autentico serbatoio di ragazzi per le varie prime squadre che aderiscono a questo raggruppamento (Paradiso, Collina d’Oro e Melide).

«Siamo una bellissima realtà – continua Mastromarino – e i ragazzi da noi possono crescere, lavorare bene e avere un futuro nel calcio. Certo non possiamo ancora competere con le big come ad esempio Lugano, Bellinzona e Chiasso, ma nell’ultimo campionato ci siamo fatti rispettare. All’inizio abbiamo avuto qualche difficoltà perché dovevamo fare un po’ di esperienza e i ragazzi che sono arrivati dagli Allievi B dovevano abituarsi alla nuova categoria, ma poi la squadra ha trovato un suo assetto e i risultati nella seconda parte del campionato lo dimostrano. Penso che in questa prima parte dell’anno abbiamo messo le basi per il futuro. Ho la fortuna di allenare dei ragazzi fantastici, sempre molto attenti e disponibili al sacrificio, che hanno una gran voglia di imparare e migliorare la loro formazione calcistica».

«Sono molto contento – conclude l’allenatore dell’INSEMA – che la squadra sia riuscita a salvarsi: aver conservato la categoria e poter fare due o tre anni di fila nei Coca Cola significa per i ragazzi lavorare a un certo livello, confrontarsi con realtà di valore e quindi di conseguenza essere pronti in futuro per un’eventuale prima squadra».

Per concludere il girone autunnale Coca Cola A, oltre alla partita INSEMA-Team Obwalden, resta ancora da giocare lo scontro diretto tra Bellinzona e Chiasso che stabilirà chi tra le due squadre chiuderà il campionato al secondo posto: le due formazioni scenderanno in campo domani sera alle 20 al centro sportivo Alle Gerre di Gorduno.

VERDETTI

Campione d’autunno: Lugano.

Secondo classificata: Bellinzona o Chiasso.

Terza classificata: Bellinzona o Chiasso.

Le altre squadre ticinesi: Sassariente (9° posto) e INSEMA (10° posto).

Retrocesse negli Allievi A: Rothenburg e Aegeri.

CLASSIFICA CCJL-A (CAMPIONATO AUTUNNALE)

PTGVNPPPGFGS
Lugano30111001-134414
Bellinzona2610820-113914
Chiasso2510811-4419
Kriens1711524-103224
Zug 941711524-112422
Team Obwalden1610514-51918
Schattdorf1211407-42739
Küssnacht Weggis1211407-91428
Sassariente1011317-211929
INSEMA910307-151625
Rothenburg811227-61741
Aegeri311038-141241