Il sorteggio di Bucarest ha riservato alla Nazionale Svizzera un girone difficile (in particolare per quanto riguarda l’aspetto logistico), ma dal quale è sicuramente possibile uscire con una qualificazione alla fase a eliminazione diretta

Il direttore delle selezioni rossocrociate Pierluigi Tami, pochi istanti dopo aver saputo i viaggi da effettuare (Baku-Roma-Baku), ha rilasciato la seguente dichiarazione al sito web ufficiale della Federazione calcistica elvetica:

«Sapevamo che avremmo incontrato una grande squadra. Il Gruppo F sarebbe stato molto più complicato. Nel nostro girone, l’Italia è la favorita, mentre le altre selezioni se la giocano sul fattore dell’equilibrio. È ancora presto per fare delle previsioni. Mancano ancora sette mesi e sono parecchi. Naturalmente, vogliamo andare avanti il più possibile. Il nostro primo obiettivo è superare il girone».