© sport.ch

Nell’8ª giornata del Gruppo A di qualificazione alla prossima edizione dei Campionati Europei, il Kosovo ha superato il Montenegro, mantenendo vive le speranze di ottenere il pass per la fase finale della rassegna continentale

Al Fadil Vokrri Stadium della capitale Pristina, la selezione guidata dal 68enne neocastellano Bernard Challandes ha deciso la sfida con l’altra nazionale balcanica già nella prima frazione. I protagonisti per i padroni di casa sono stati Amir Rrahmani, difensore del Verona, e Vedat Muriqi, attaccante del Fenerbahçe, a segno al 10′ e al 34′. A due turni dal termine, il Kosovo si trova in terza posizione a quota 11 punti, uno in meno della Repubblica Ceca. E il prossimo 14 novembre, in terra boema, andrà in onda lo scontro diretto…

Nel ritiro kosovaro, la vigilia dell’incontro è stata ad alta tensione. Come riportano vari media, lo zurighese Benjamin Kololli e il basilese Edon Zhegrova sono venuti alle mani. I compagni di squadra sono poi intervenuti, evitando il peggio. Le «ripercussioni» di tale atto sono state la titolarizzazione del trequartista tigurino (in campo fino al triplice fischio e ammonito al 91′) e la panchina per l’esterno offensivo rossoblù (entrato in campo all’88’ in luogo di Mërgim Vojvoda, elemento difensivo in forza allo Standard Liegi).