Clamorosa uscita di scena in Coppa Ticino per la capolista di Seconda Lega che deve anzitempo lasciare la competizione, obiettivo stagionale dichiarato.

Dopo le due vittorie di misura conquistate con il Gambarogno e sul campo dell’Ascona, il Balerna cade scandalosamente sul campo del Lema (4L ndr) per 1 a 0 che, giusto per ricordare, ha già eliminato una formazione di Seconda Lega, il Morbio, nel turno precedente.

La partita è molto frammentata ed il campo scivoloso… ma mai quanto si potessero aspettare i giocatori del Balerna prima di scendere in campo! La formazione nerazzurra infatti, fatica sin da subito a costruire gioco ed il brivido iniziale fa raggelare subito la pelle ai favoriti del pronostico: solo per un soffio la palla esce a lato dalla porta difesa da Albizzati. Le occasioni più ghiotte vengono sprecate una dopo l’altra ed il vantaggio dei padroni di casa arriva inaspettato, al 35’: un disimpegno maldestro del Balerna produce l’occasione che si trasforma nel tiro, sulla cui respinta, Betti è più veloce delle retrovie del Balerna e segna l’1 a 0, che rimarrà invariato per tutti i minuti restanti della gara.

Nel secondo tempo il Balerna tenta in ogni modo di riacciuffare il pareggio mettendo in campo forze fresche, ma il Lema si arrocca nella sua metacampo e nella propria area si crea una lotta continua. Lo occasioni degli ospiti sono numerose, come ci si poteva aspettare, talvolta però imprecise, e a volte invece è il portiere della squadra di Quarta Lega che salva miracolosamente il risultato.

Dopo un interminabile recupero, dovuto ai cambi e alle due espulsioni assegnate tra le fila dei giocatori del Lema e anche all’interno dello staff a bordo campo, la squadra di Curio batte stoicamente il Balerna e, ribaltando il pronostico, vola letteralmente ai quarti di finale, dove incontrerà il Rapid Luagno 1.

Brava la squadra di casa che nonostante le due categorie di differenza ha saputo crederci e al Balerna resta un grande amaro in bocca per questa sconfitta, soprattutto perchè la Coppa Ticino è un obiettivo che la stessa società insegue da parecchi anni e perché arrivata in un momento altamente positivo costellato da una lunga serie di vittorie in campionato.

La capolista di Seconda Lega non deve farsi scoraggiare dal tonfo in coppa, in considerazione del fatto che domenica mattina, a Balerna, farà visita l’Arbedo e, date le circostanze, questo prossimo big match può essere l’occasione per rialzare immediatamente la testa.