La Società AC Taverne ha emesso un comunicato, con il quale desidera mettere in chiaro alcune situazioni/commenti apparsi sui Social.

Presa di posizione pubblicazioni avvenute su alcuni social in data 05.11.2019 e seguenti

Con il presente comunicato il Comitato dell’AC Taverne desidera completare le informazioni emerse nelle ultime ore sui alcuni social concernente diverse attività organizzate dalla società in quanto ci siamo resi conto che, probabilmente per mancanza di tempo o per negligenza, diverse informazioni sono state tralasciate dai nostri diversi “amici”.

Alcuni … pochi … “amici” hanno parlato:

Di ristorante AC Taverne senza permessi: ringraziamo l’”amico” di aver visitato il nostro sito dove ha potuto riprendere le fotografie pubblicizzando l’evento. Lo stesso è stato organizzato in data 02.11.2019 dove abbiamo invitato a titolo gratuito gli importanti sostenitori del Club dei 100 (che ringraziamo) per un aperitivo/cena durante le partite delle nostre due squadre di attivi. Ci tenevamo a specificare la tipologia d’evento in modo che ognuno possa liberamente stabilire se un “ristorante” opera offrendo gratuitamente i suoi servizi. Per chi volesse iscriversi nel Club dei 100 può richiedere informazioni al seguente indirizzo mail marketing@actaverne.com. Sarebbe inoltre stato utile che ci si fosse preso il tempo di segnalare che questo tipo di evento è stato e verrà organizzato anche per gli sponsor (ai quali alcuni “amici” hanno già partecipato) e che agli appartenenti del Club dei 100 (100 persone!) offriremo una cena presso un ristorante del paese.

Ringraziamo anche l’amico molto sensibile per le questioni ambientali che rende attenti dell’utilizzo di bicchieri di plastica durante l’evento sopra indicato. A complemento non si è specificato che l’evento ha avuto luogo durante partite ufficiali di campionato dove il regolamento ASF/FTC vieta l’utilizzo di bicchieri in vetro per motivi di sicurezza. Nel contempo si poteva anche informare gli interessati che l’AC Taverne ha già affrontato il problema rifiuti con il Municipio e che si è impegnata ad elaborare un progetto che ha come obiettivo l’abolizione dell’utilizzo di posate, piatti e bicchieri in plastica nel corso del 2020; sperando che ciò sia anche da esempio per le diverse altre manifestazioni organizzate sul nostro territorio.

Come non ricordare gli “amici” che usano termini quale “mafia” o “raccomandati” dimenticando di specificare quali benefici personali il Comitato AC Taverne e i volontari traggono da queste situazioni. Per eliminare qualsiasi dubbio li elenchiamo noi:
-Benefici: NESSUNO
-Impegni: abbiamo membri di Comitato e decine di volontari che giornalmente dedicano ore per la società oltre che membri di Comitato che pagano di tasca loro strutture per far sì che i bambini possano svolgere la loro attività sportiva preferita in strutture adeguate, sicure e a costi molto contenuti rispetto ad altre realtà vicine a noi

Proseguiamo con gli “amici” sensibili alle tasse pagate, alla salvaguardia del personale e ad informare cosa viene fatto sul terreno comunale senza però specificare che:
-anche l’AC Taverne paga delle tasse (forse siamo l’unica società no profit del paese se non addirittura della Valle Vedeggio a pagarle?)
-la contabilità dell’AC Taverne viene annualmente verificata dall’ufficio IVA – AVS – Imposte alla Fonte e non risultano anomalie
-tutte le società sportive come la nostra vivono grazie al volontariato e non hanno scopo di lucro, quindi tutto quanto di incassa viene utilizzato per la società
-l’AC Taverne ha un diritto di superfice sul terreno e può disporne come se ne fosse proprietario rispettando leggi e disposizioni inserite nella convenzione sottoscritta con il Municipio.
-la buvette e gli spogliatoi sono stati costruiti seguendo e rispettando tutti gli iter previsti dalla legge.

Accogliamo anche con piacere le considerazioni dell’”amico” sensibile alla disponibilità del campo a favore della popolazione / comunità. “Amico” che poteva aiutare i diversi lettori social indicando che gli orari e regolamento centro sportivo sono visibili:
-appesi al cancello d’entrata del centro sportivo
-pubblicati in modo trasparente sul sito www.actaverne.com (sotto la voce infrastrutture)
-concordati secondo convenzione e in accordo con il Municipio
Per chi si prenderà il tempo di verificare gli orari potrà notare che diamo una disponibilità di 3 ore giornaliere per attività organizzate dalle scuole e di 2 ore giornaliere (ampliate durante il periodo estivo) a favore della comunità.

Per non dimenticare gli “amici” sensibili ai soldi spesi dal Comune per il centro sportivo dimenticando che essi derivano da:
-una convenzione regolarmente discussa e sostenuta dal precedente Municipio e regolarmente votata e approvata dal Consiglio Comunale
-una convenzione redatta decenni fa a seguito della donazione da parte della Fondazione Campo Sportivo al Comune di tutto il terreno dove sorgono scuole, asili, centro sportivo, ecc.
-una disposizione comunale a favore di tutte le società del paese stabilita dopo la vendita dell’azienda elettrica di cui ringraziamo di cuore (come penso anche le altre società) in quanto senza non sarebbe possibile proporre a 250 bambini/ragazzi attività sane a prezzi modici

Infine ringraziamo i nostri “amici” per le preoccupazioni pubblicate relative al riparo allestito dai nostri meravigliosi volontari. A complemento delle esemplari teorie architettoniche / ingegneristiche i nostri “amici” non hanno avuto il tempo di segnalare che:
-la pavimentazione prevista al momento della costruzione del centro sportivo doveva essere compatta, ma dopo alcuni anni, il fissaggio ha ceduto e in tutto il centro sportivo (incluso nel campo) venivano buttati sassi con conseguente problematiche legate alla sicurezza sia del pubblico che dei giocatori. Per tale motivo in nostri fantastici volontari, con presa a carico dei costi del materiale da parte di membri del Comitato, hanno provveduto a posare delle piode per mettere il tutto in sicurezza.
-è da quando il centro sportivo è stato inaugurato che sul comparto vi sono capannoni per i quali non è necessaria una domanda di costruzione e i quali permettono l’organizzazione di eventi quali campus settimanali per ragazzi (creando pernottamenti presso alberghi del territorio), tornei internazionali, tornei cantonali, partite del calcio d’élite, ecc. Annualmente però eventi atmosferici rendevano inagibili tali capannoni compromettendo anche la sicurezza degli stessi. Per contenere i costi abbiamo chiesto ai nostri volontari di trovare una soluzione. Si è quindi prima rinforzato il tetto e successivamente chiuso la struttura rendendo il tutto più funzionale e mantenendo la possibilità di montare e smontare la struttura a dipendenza della stagione.

Ognuno è libero di apprezzare o meno la struttura ma non di lasciare intendere che l’AC Taverne non faccia le cose in modo trasparente e in buona fede in quanto, se ci si informasse nei luoghi preposti, si sarebbe a conoscenza che sabato 02.11.2019, appena chiusa la struttura, come membri di Comitato ci siamo resi conto che la stessa, così come fatta, poteva essere soggetta a problemi di permessi. Nella persona del Presidente abbiamo quindi contattato il giorno stesso il responsabile dell’ufficio tecnico del Comune, segnalando la questione e concordato un sopralluogo lunedì 04.11.2019 (molto prima che i nostri “amici” informassero la comunità tramite i social)

Il Comitato dell’Associazione Calcio Taverne ringrazia tutti gli “amici” e, se da una parte non pretende che il tempo da loro dedicato nella pubblicazione di opinioni incomplete sui social venga dedicato nell’aiutarci quotidianamente nel nostro operato di volontariato, dall’altra si permette di chiedere che non ci si faccia perdere tempo ai membri di Comitato (tutti volontari) nel dover prendere posizioni ufficiali per salvaguardare l’immagine della nostra splendida società sportiva; tempo che preferiremmo investire per i nostri ragazzi!

Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti i veri AMICI, SOSTENITORI, GENITORI, VOLONTARI, MUNICIPALI, CONSIGLIERI COMUNALI, ECC. che giornalmente ci fanno sentire la loro vicinanza e vi aspettiamo dalla prossima primavera al centro sportivo … con o senza capannone chiuso … ma sicuramente senza ristorante e con un gran bel sorriso!

Sportivi saluti e Forza AC Taverne!

Il Comitato
AC Taverne