Gli arbitri e gli assistenti di punta saranno parzialmente professionalizzati.

L’Associazione Svizzera di Football (ASF) e la Swiss Football League (SFL) contribuiscono finanziariamente in modo significativo alla parziale professionalizzazione dei migliori arbitri e assistenti arbitrali della Super League svizzera. A partire dal 1° gennaio 2018, gli attuali 7 arbitri FIFA così come 6 dei 10 assistenti degli arbitri FIFA vedranno aumentare significativamente il loro compenso. In cambio dovranno però ridurre il loro impegno di lavoro professionale ad un massimo del 50% per gli arbitri e del 60% per gli assistenti arbitrali.

“La parziale professionalizzazione dei più talentuosi e promettenti arbitri ed assistenti arbitrali può sembrare un piccolo passo nel confronto internazionale, ma è per il calcio svizzero una pietra miliare”, afferma Cyril Zimmermann. L’ex responsabile degli arbitri svizzeri di punta è stato incaricato dal 1° dicembre 2017 a tempo pieno come nuovo manager dell’élite degli arbitri dell’ASF. Il suo successore alla guida della divisione arbitrale sarà Dani Wermelinger, sinora vice di Zimmermann e arbitro di lunga data.

Per finanziare la parziale professionalizzazione, la Swiss Football League aumenterà la sua quota annuale per l’arbitrato svizzero di ulteriori 500.000 franchi a 2,5 milioni franchi. L’ASF contribuirà con altri 190’000 franchi per un totale di 3,25 milioni di franchi all’anno. Essi copriranno i nuovi costi del personale per i migliori arbitri e assistenti, nonché per la nuova posizione del manager dell’élite degli arbitri. Inoltre, essi consentiranno lo svolgimento di ulteriori di corsi di formazione e di perfezionamento nonché di investimenti nei settori dell’allenamento e della medicina sportiva.

“L’obiettivo di questa parziale professionalizzazione è, naturalmente, l’acquisizione di prestigio dell’arbitraggio di punta svizzero sia a livello nazionale che internazionale e in più, che gli arbitri possano mostrarsi dal lato migliore con costanti prestazioni nelle partite internazionali e di Champions League”, ha dichiarato Heinrich Schifferle, Presidente della Swiss Football League e Vicepresidente dell’Associazione Svizzera di Football nonché sostenitore attivo di questa parziale professionalizzazione.

“Stiamo cercando di gettare le basi per una migliore gestione del crescente carico dei nostri migliori direttori di gara. Vogliamo un aumento del tempo di recupero e meno infortuni”, aggiunge Laurent Prince, Direttore sportivo dell’ASF, spiegando con riferimento al reparto tecnico da lui diretto:” Il calcio moderno si sta sviluppando in maniera rapida. Esso sta diventando più veloce e più dinamico. Se vogliamo superare le sfide associate a livello di gestione del gioco, dobbiamo fare tutto il possibile per rendere i migliori arbitri e assistenti arbitrali svizzeri ancora più in forma di prima dal punto di vista fisico. Il nostro obiettivo a medio termine è di essere ulteriormente rappresentati dai nostri direttori di gara nelle fasi finali dei maggiori tornei internazionali.”

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
Facebook
Facebook
LinkedIn
Twitter
Visit Us
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS