Competizione forse un po’ snobbata, ma la Coppa potrebbe regalare quelle gioie che in campionato sono destinate a poche squadre

Questa sera si giocheranno tutte le otto sfide degli ottavi di finale della Coppa di Quinta Lega. Per molte squadre la coppa di categoria è un semplice allenamento, per alcune una fastidiosa distrazione, ma per altre potrebbe rivelarsi un ottimo metodo per lenire le amarezze del campionato.

La squadra da battere è il Locarno, su questo ci sono pochi dubbi. L’undici di Frigomosta andrà a fare visita all’Arosio, campo difficile contro una squadra solida che in campionato (Gruppo 1) è ancora in corsa per la promozione. Tra le deluse del campionato (Gruppo 3) c’è sicuramente il Moderna che questa sera andrà a fare visita al Villa Luganese, ultimo in classifica del Gruppo 1. È vero che mister Imberti in una recente intervista ha detto di non amare la Coppa, però anche attraverso questa competizione il tecnico bianconero potrebbe trarre degli spunti importanti per costruire il Moderna del domani, quello che l’anno prossimo dovrebbe puntare alla Quarta Lega.

Molto interessante la sfida tra Sessa e Gnosca: con l’arrivo di mister Buhler i bianconeri sembrano essersi trasformati, ma nonostante i buoni risultati sin qui raccolti resta comunque difficile che il Sessa possa rientrare in corsa per la promozione (Gruppo 1), il Gnosca invece ha praticamente in tasca la Quarta Lega, dopo il Locarno la squadra di Bernardazzi è forse quella che ha maggiori possibilità di arrivare fino in fondo alla competizione. Una squadra che di sicuro non ha intenzione di snobbare la Coppa è il Rapid Lugano di Conte, questa sera contro il Rovio si replica la sfida dell’ultima domenica di campionato in cui le due squadre si sono annullate pareggiando 2-2.

Anche Biachesi, Isone, Origlio Ponte Capriasca sono tra le papabili per il passaggio del turno, e poi c’è il Gorduno ultimo in classifica del Gruppo 3 che sfiderà fuori casa il Moesa: nell’ultimo weekend la squadra di Loriano Perini non ha giocato (turno di riposo) ma due sabati fa aveva fermato sul 2-2 il Locarno, i biancorossi riusciranno a confermarsi o è stato solo un fuoco di paglia?

PROGRAMMA – OTTAVI DI FINALE (gara unica)

Mercoledì 17 aprile

20:30 Arosio – Locarno

20:30 Pollegio – Biaschesi

20:30 Isone – Porza

20:30 Villa Luganese – Moderna

20:30 Origlio Ponte Capriasca – Audax Gudo

20:30 Sessa – Gnosca

20:30 Moesa 2 – Gorduno

20:45 Rapid Lugano –  Rovio

QUALIFICATE AGLI OTTAVI DI FINALE

Gruppo 1: Rapid Lugano, Arosio, Porza, Rovio, Origlio Ponte Capriasca, Sessa, Villa Luganese.

Gruppo 2: Gnosca, Biaschesi, Isone, Pollegio.

Gruppo 3: Locarno, Moesa, Gorduno, Moderna, Audax Gudo.

RISULTATI – SEDICESIMI DI FINALE (gara unica)

Stabio – Rapid Lugano 0-2

Locarno – Codeborgo 12-0

Moesa 2 – Aramaici Suryoye 3-0

Arosio – Preonzo 4-3

Gnosca – Juventus Cresciano 2-1

Gorduno – Chironico 2-0

Arzo – Moderna 1-2

Bodio – Porza 0-9

Rapid Bironico – Biaschesi 0-5

Rovio – Lodrino 3-1

Isone – Portoghesi Ticino 3-0

Audax Gudo – Aquila 1-0

Pollegio – Tegna 3-1

Makedonija – Origlio Ponte Capriasca 13-14 dcr

Sessa – Melide 2 5-1

Rancate 2 – Villa Luganese 1-2

RISULTATI – GIRONE PRELIMINARE (gara unica)

Rapid Lugano– Pedemonte 6-2