Dopo una grande partenza del Vedeggio e un rigore parato da Martinoli, la squadra di Peschera si sveglia conquistando la finale grazie a Natiello e aFacchinetti

Il Gambarogno Contone non perdona, con un gol per tempo la squadra di Tazio Peschera supera 2-0 il Vedeggio e vola in finale di Coppa Ticino: seconda finale negli ultimi tre anni per i rossoneri, che nella stagione 2016/2017 (in panchina c’era Gianfranco Bontognali) alzarono il trofeo imponendosi 1-0 sul Losone.

GAMBAROGNO CONTONE – VEDEGGIO 2-0

Ieri sera al centro sportivo Magadino, davanti a una bella cornice di pubblico, Ganbarogno Contone e Vedeggio si giocavano l’accesso alla finale di Coppa Ticino, in programma giovedì 30 maggio al Monte Carasso.

Nella prima parte di gara Vedeggio più intraprendente e pericoloso, con i rossoblù vicinissimi al vantaggio in almeno due occasioni: prima una violenta conclusione di Salerni colpisce in pieno il palo, poi lo stesso attaccante dopo un rapido scambio con Komadina si procura un rigore per un fallo in uscita del portiere Minotti, che nell’occasione è anche costretto a lasciare il campo per infortunio. Fuori Minotti in porta entra Martinoli che a freddo ipnotizza Fotapimo neutralizzando il possibile vantaggio rossoblù dagli undici metri.

L’episodio sveglia di colpo l’undici di Peschera che in due occasioni sfiora il vantaggio, prima con Terzic e poi con Maurizio Natiello. Ma il gol è nell’aria, e il Gambarogno si porta avanti 1-0 appena prima del riposo con Alessandro Natiello che libera un sinistro a giro imparabile per Cappelletti.

Nella ripresa il Vedeggio cerca di recuperare affidandosi soprattutto alle palle lunghe per innescare Fotapimo, ma Regazzi e compagni sono attenti in ogni situazione. Capitan Borga fallisce il raddoppio da due passi e, nell’azione successiva, un ispiratissimo Alessandro Natiello inventa per Rizzello che però al momento di concludere viene steso in area: per l’arbitro non ci sono dubbi, rigore. Sul dischetto si presenta Facchinetti che in due tempi castiga Cappelletti.  Poche note di rilievo nell’ultimo quarto di gara dove gli ospiti tentano di riaprirla con Pavanello e Salerni, ma la difesa meno battuta del campionato gestisce con mestiere e carattere.

PROGRAMMA – SEMIFINALI (gara unica)

Mercoledì 15 maggio

Gambarogno Contone (2a) – Vedeggio (2a) 2-0

Mercoledì 22 maggio

20:15 Sementina (3a) – Rapid Lugano (2a)

RISULTATI – QUARTI DI FINALE (gara unica)

Gambarogno Contone (2a) – AS Castello (2a) 4-3 dts

Agno (4a) – Vedeggio (2a) 0-1 dts

Solduno (3a) – Sementina (3a) 1-3 dts

Lema (4a) – Rapid Lugano (2a) 1-3

RISULTATI – OTTAVI DI FINALE (gara unica)

Lema (4a) – Balerna (2a) 1-0

Malcantone (3a) – Sementina (3a) 1-2

Locarno (5a) – Agno (4a) 0-1

Castello (2a) – Losone (2a) 6-5 dcr

Monte Carasso (3a) – Solduno (3a) 1-4 dcr

Vedeggio (2a) – Vallemaggia (2a) 2-1

Arbedo (2a) – Gambarogno Contone (2a) 0-1

Rapid Lugano (2a) – Cadenazzo (2a) 1-0 dts

RISULTATI – SEDICESIMI DI FINALE (gara unica)

Sementina (3a) – Riarena (2a) 4-0

Tegna (5a) – Vallemaggia (2a) 0-3

Malcantone (3a) – Minusio (2a) 1-0

Taverne (3a) – Balerna (2a) 2-7

Portoghesi Ticino (5a) – Rapid Lugano (2a) 0-2

Ceresio (4a) – Agno (4a) 0-2

Moesa (3a) – Solduno (3a) 0-1

Ascona (2a) – Cadenazzo (2a) 1-3

Carassesi (3a) – Arbedo (2a) 0-3

Someo (4a) – Castello (2a) 0-2

Monte Carasso (3a) – Vacallo (3a) 3-2

Coldrerio (3a) – Vedeggio (2a) 1-2

Locarno (5a) – Monteceneri (3a) 6-1

Audax Gudo (5a) – Lema (4a) 1-6

Tenero – Contra (3a) – Gambarogno Contone (2a) 1-3

Losone (2a) – Moderna (5a) 9-0