Florijana Ismaili – © football.ch

Gli esami autoptici effettuati sul corpo di Florijana Ismaili hanno rivelato che la capitana dello Young Boys e centrocampista della selezione rossocrociata femminile ha lasciato il mondo terreno a causa di un’asfissia acuta

Sabato scorso, la giovane ragazza, 24 anni, si trovava in gita sul Lago di Como assieme a un’amica, quando si era immersa nelle acque lariane. Nonostante l’esperienza in qualità di nuotatrice, nulla ha potuto nella sfida contro il destino.

I risultati dell’autopsia svolti sulla salma, nel frattempo autorizzata a rientrare in Svizzera, nella giornata di ieri sono giunti quest’oggi.

Come rivela Nicola Piacente, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Como, al portale online Tio/20 minuti «si parla di asfissia acuta. Di shock termico al momento non vi è traccia all’interno di questo esito preliminare. I medici legali e gli anatomopaologi hanno 30-40 giorni per redigere una redazione completa».

«All’interno dello stomaco – continua il Procuratore – c’era un’abbondante materia alimentare, è probabile che questo abbia in qualche maniera inciso. Saranno gli esami istologici, però, a dare qualche risultato in più. Gli approfondimenti verranno infatti sviluppati nel corso della relazione».

Potrebbero interessarti anche queste notizie: