I due allenatori del Mendrisio Coca Cola A sono stati esonerati prima dell’ultima delicata partita contro in Bellinzona per non aver convocato alcuni giocatori.

Giuseppe Matera e Walter Savigliano non saranno in panchina questo pomeriggio (ore 14.30) per la delicata sfida di campionato (ultima giornata) contro la capolista Bellinzona. Il motivo? I due tecnici, al termine dell’allenamento di venerdì, un po’ a sorpresa, sono stati entrambi sollevati dal loro incarico per delle “mancate” convocazioni in vista proprio della partita contro i granata.

Nonostante vari colloqui con i diretti interessati – racconta mister Savigliano – per cercare di capire cosa non andasse bene, alcuni ragazzi non hanno dimostrato quell’attitudine calcistica che solo chi si impegna davvero può avere. Per questo motivo, io e mister Matera, per la delicata partita contro il Bellinzona, abbiamo deciso di convocare alcuni Allievi B che ci avevano già fatto vedere in passato una grande voglia di giocare e non chiamare invece alcuni giocatori della “nostra” rosa. Evidentemente – continua Savigliano – la società non ha gradito questa nostra scelta e ha deciso di esonerarci. Personalmente sono colpito da questa decisione, ma contento di avere rispettato i miei principi di allenatore. Questo pomeriggio né io né Matera saremo in panchina – conclude l’ormai ex tecnico dei bianconeri – ma ho comunque spronato i ragazzi a dare il meglio di loro stessi, perchè solo così potranno fare passi in avanti nella loro carriera sportiva ed essere fieri di ciò che hanno raggiunto e che raggiungeranno.

Visti i risultati di ieri, al Mendrisio bastarebbe un pareggio per salvarsi qualora lo Zug 94, pretendente alla vittoria finale come il Bellinzona, porterebba a casa una vittoria da Losone, altrimenti i momò dovranno attendere il risultato del 23 giugno tra Küssnacht e Aegeri, quest’ultimo già salvo grazie alla vittoria di venerdi sullo Schattdorf.