Alle ore 19:30 di domani, venerdì 16 agosto 2019, il Lugano affronterà il Concordia Basilea per la sfida valida per il primo turno principale di Helvetia Coppa Svizzera

Il duello avrà luogo presso il Leichtathletikstadion St. Jakob e, oltre a essere una festa per la società ospitante e i suoi tifosi, dovrà raccontare di una formazione bianconera capace di ritrovare la via delle rete per superare con un agio un turno che il destino ha voluto tutt’altro che complicato. Attenzione tuttavia a sottovalutare un avversario più debole sulla carta, ma che venderà cara la pelle soprattutto negli istanti iniziali e che, qualora le cose dovessero mettersi in un certo modo, potrebbe crederci man mano che i minuti di gioco avanzano.

Il tecnico bianconero Fabio Celestini opterà quasi sicuramente per diversi cambiamenti nell’undici che si scontrerà con i colleghi amatori e darà l’opportunità a chi finora ha giocato di meno di mettere in mostra le proprie qualità. Con l’avvicinamento della campagna europea le partite si moltiplicheranno e lo staff tecnico dovrà cautelarsi, dosando al meglio le forze del gruppo a sua disposizione. E questo indipendentemente dai futuri possibili addii, programmati o meno, e partenze.

Se da una parte i ticinesi non segnano da tre partite e faticano maledettamente a gonfiare la rete, dall’altra i basilesi hanno avviato come meglio non avrebbero potuto il loro girone regionale di Seconda Lega. I ragazzi guidati da Nikola Marunić si sono sbarazzati del Birsfelden, rifilando ai contraenti di giornata un sonoro 5-0. Tra le fila dei confederati spiccano due elementi che, in un modo o nell’altro, conoscono bene le leghe superiori. Si tratta di Florent Pepsi e Altin Osmani, rispettivamente ex giovanili del Basilea e Rapperswil-Jona ed ex Wohlen, Winterthur e Bienne. A loro occorrerà prestare particolare attenzione.