Abbiamo incontrato Dario Rota, riconfermatissimo Mister degli Allievi A Coca Cola del Raggruppamento Chiasso.

Attuale commentatore dei Mondiali alla Rsi, Dario è un ex nazionale ed ha giocato con Mendrisio, Chiasso, Locarno, Lugano e Lucerna con oltre 300 presenze in Lega nazionale di cui 150 in Super League. Avendo già discusso con lui casualmente sui settori giovanili, ci ha concesso un’intervista per approfondire la sua opinione in merito a questo delicato argomento.

CH: Dario sappiamo che hai una tua idea sulla crescita dei giovani in Ticino, ci dici qual’è?
DR: io sono dell’idea che le società “minori” in Ticino si devono incontrare con Mendrisio (Prima Lega), Bellinzona(Prima Promotion), Chiasso (Challenge League) e Lugano (Super League) e mettersi d’accordo su come procedere con i giovani calciatori, vale a dire che i più promettenti dovrebbero spostarsi e giocare in una società le cui squadre militano i campionati superiori così da poter dare una possibilità al ragazzo di provare una fase successiva.

CH: per cui sarebbe la società in cui gioca il giovane calciatore a proporlo ad una società di livello più alto?
DR: certamente, naturalmente ci si accorda prima, si discute con il ragazzo e i suoi genitori tenendo conto del fattore scuola, importantissimo, e lo si propone alla società con squadre di livelli più alti e le società faro “girano ” alle società “minori” i ragazzi che giocano poco, cosi da poter fare minuti ed esperienza.

CH: come mai non succede adesso?
DR: purtroppo le società vogliono accaparrarsi i ragazzi migliori e non pensano alla loro crescita ma solo al risultato delle loro squadre, per vari motivi che ci possiamo immaginare. In Svizzera interna qualcosa del genere funziona, ma in Ticino assolutamente no.

CH: ma questo non è una soluzione che ha già il Team Ticino?
DR: io sono estremamente convinto che ci sono dei ragazzi promettenti in giro per il Ticino ai quali non si dà la possibilità di emergere, poi da lì a diventare calciatore il percorso è lungo ma è giusto che il ragazzo possa dimostrare il suo valore anche in un livello superiore.

CH: pensi che sia fattibile allo stato attuale?
DR: si può fare, si dovrebbe cambiare la mentalità, ponendosi l’obiettivo principale di far crescere ragazzo e fare in modo che giochi nel posto giusto, in base al suo livello.

CH: cosa dovrebbero fare le società?
DR: in primis, le società più importanti delle varie zone devono prendere l’iniziativa, si è certamente tentato di farlo, ma bisogna ritrovarsi e dare precedenza ai ragazzi e non agli interessi delle società sia piccole sia grandi. Inoltre servono persone nelle società che abbiano esperienze calcistiche di un certo livello per poter allenare, dirigere e valutare i ragazzi delle squadre minori in modo appropriato, anche questi ruoli dovrebbero essere valutati dai piani alti delle società. Sono anche convinto che tutti insieme si può fare molto meglio, per le società “minori” sarebbe un ottima referenza aver fatto crescere un ragazzo che successivamente va a giocare in una società di livello superiore.

Grazie Dario, in bocca al lupo per il futuro!

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

Allievi B2-1: RAAV, mister Di Grazia “un girone au... Gli Allievi B del RAAV hanno rischiato di non iscriversi, poi l’avvincente duello con il San Zeno, la vicinanza di genitori e società, la bravura ...
Ottimo weekend per il Team Ticino Belle prestazione per le squadre impegnate in questo weekend. A riposo la U18, hanno vinto sia la U16 sia la U15, mentre la U15Academy, malgrado ...
Allievi A2: Bioggio, mister Tisat “i ragazzi sono ... Tre vittorie in tre partite playoff, solo così il Bioggio poteva ottenere la promozione negli A1, la squadra di mister Tisat ci è riuscita Grande...
Calcio a 5, l’AS Breganzona 1 vince la Coppa... Senza dubbio verrà ricordata come l'edizione dei Record quella della Coppa Ticino 2018 Categoria 13 anni, evento che si è disputato la scorsa. Do...
Team Ticino, bene le U15, meno bene le altre Un weekend abbastanza buono con due vittorie e due sconfitte. Bene i più giovani (Academy U15 e U15), più difficoltà, invece, per la U18 e la U16....
Team Ticino, seconda giornata Fil Rouge Swiss, anc... Seconda giornata per gli allenatori ticinese con la metodologia Fil Rouge Swiss.Anche ieri, circa 120 allenatori di tutto il Ticino calcis...
Allievi B1: Locarno Solduno a un passo dalla salve... L’Arzo ha ancora la possibilità di raggiungere la salvezza beffando al fotofinish la squadra di Cardoso: bisogna battere il Savosa Massagno questa...
CCJL Allievi C: Lugano a valanga contro il Team Ma... La squadra di mister Pellegrino chiude i playoff senza subire nemmeno un gol, il Rapid Lugano (che aveva vinto il campionato) si classifica al sec...
Allievi A2: Bioggio promosso negli Allievi A1, bef... Playoff perfetti per la squadra di mister Tisat con tre vittorie nelle fasi finali della prima parte della stagione ALLIEVI A2 – GRUPPO 1 Bioggi...
Allievi B1: Locarno Solduno e Arzo, chi tra le due... Sia i locarnesi che la squadra di mister Fiscalini devono ancora recuperare due partite, la salvezza è ancora tutta da decidere con il Locarno Sol...