L’attaccante giallorosso sta attraversando un gran momento di forma, ma avverte: «Sto iniziando a intravedere la fine della mia normalissima carriera»

Nel Gruppo 1 di Terza Lega è l’anno delle neopromosse. Le protagoniste del campionato sono loro: il Ligornetto di Ravani primo in solitaria, la corazzata Agno a -6 dalla vetta con una partita da recuperare, e poi il Comano su cui probabilmente in pochi avevano scommesso ma che invece si sta ritagliando uno spazio importante, tra le migliori squadre del girone. I giallorossi allenati dalla coppia Pagnamenta-Pescia sono infatti sesti in classifica con 19 punti raccolti in 12 partite, e un obiettivo salvezza praticamente raggiunto in un girone di andata ancora da completare in casa del Vacallo (l’anno scorso Monteceneri e Riva si salvarono a 28 punti, mentre il Pura retrocesse con 26 punti).

Le fortune e i meriti del Comano non possono essere certo ricondotti a un unico giocatore, ma derivano molto probabilmente dal lavoro paziente di tutto un collettivo: giocatori, staff tecnico e società. Insieme. Tuttavia, nell’ottima prima parte di stagione dei giallorossi, spicca un nome e un cognome: Luca Mazidi, con 8 reti il miglior marcatore del Comano e autore di una bellissima tripletta (decisiva) nell’ultima partita vinta 4-3 contro il Riva.

CHI È LUCA MAZIDI?

Nato il 9 luglio 1990 Luca Mazidi è cresciuto calcisticamente nel Rapid Lugano dove è rimasto sino ai 14 anni per poi passare nel raggruppamento Canobbio-Comano ed infine chiudere la trafila degli Allievi con i Coca Cola A del Savosa Massagno: «L’ultimo anni di settore giovanile – racconta lo stesso Mazidi – l’ho fatto con il Savosa ed è stato proprio bello: abbiamo girato tutta la Svizzera, un’esperienza che ricorderò sempre con grande affetto».

Nel calcio attivi Luca Mazidi ha cambiato diverse squadre, ma forse le esperienze più significative sono state quelle con il Villa Luganese (due stagioni) e con il Boglia Cadro (una stagione), senza naturalmente dimenticare la lunga militanza al Canobbio, squadra di cui Mazidi è anche stato capitano. Due anni fa, infine, il passaggio al Comano «dove ho ritrovato gli amici di una vita – spiega l’attaccante – e che penso sarà anche la mia ultima tappa calcistica perché, ridendo e scherzando, gli anni stanno passando anche per me e sto iniziando a intravedere la fine della mia normalissima carriera».

NEOPROMOSSA…FORSE SOLO PER IL CAMPO

«Avere la classifica che abbiamo oggi – racconta Luca Mazidi – fa davvero molto piacere. Siamo alle spalle di quattro squadre attrezzate per provare a ottenere la promozione (Ligornetto, Collina d’Oro, Agno e Rancate) e ci precede solo il Maroggia: questo dato ci fa capire bene il buon livello che ha raggiunto il Comano. Purtroppo alle volte abbiamo ancora qualche blackout, soprattutto mentale, ma continueremo a lavorare per migliorarci e per provare a fare un girone di ritorno ancora migliore. Io personalmente – continua Mazidi – pensavo che avremmo fatto più fatica, perché in squadra tanti ragazzi non avevano mai giocato in Terza Lega, invece tutti si stanno impegnando al massimo e la nuova categoria non ci ha sorpresi. L’unica cosa che davvero mi dispiace è che il nostro campo, quando piove, è un disastro: siamo costretti a trasferirci su un sintetico 10×20 dove allenarsi è quasi ridicolo per la categoria in cui siamo. È davvero un peccato, perché credo che il Comano meriti di più».

GLI 8 GOL IN CAMPIONATO DI LUCA MAZIDI

Otto i gol realizzati da Luca Mazidi in 12 partite di campionato, tutti in casa. «Sia il gol più bello che quello più importante degli otto che ho fatto – conclude l’attaccante giallorosso – li ho segnati entrambi nell’ultima partita contro il Riva: il più bello è stato il primo (del momentaneo 2-1, ndr) dalla distanza con palla sotto l’incrocio dei pali, il più importante è invece stato l’ultimo, il rigore al 91’ che ci ha permesso di vincere e portare a casa i tre punti. Forse da fuori non è sembrata così importante, ma la rimonta che abbiamo fatto contro il Riva è stata incredibile e molto esaltante».

3ª GIORNATA: Comano-Taverne 2-3 un gol al 23’pt.

5ª GIORNATA: Comano-Monteceneri 3-2 un gol al 45’pt.

7ª GIORNATA: Comano-Carassesi 3-0 un gol al 13’pt.

9ª GIORNATA: Comano-Lusiadas 2-0 un gol al 23’pt rig..

10ª GIORNATA: Comano-Melide 3-0 un gol al 16’pt.

12ª GIORNATA: Comano-Riva 4-3 tripletta al 20’st, 25’st e 46’st rig.