Nella finale di ieri pomeriggio a Giubiasco contro il Genk, gli austriaci si sono imposti per 3-1.

Fondato nel 1941, il Torneo internazionale di Bellinzona è diventata una delle più importanti manifestazioni di calcio giovanile a livello internazionale ed è un appuntamento che si ripete da ormai oltre 75 anni e che nel 2020 festeggerà i suoi 80 anni di storia.

Nell’edizione di quest’anni 8 le squadre partecipanti, di 8 nazioni diverse.

Il torneo si è svolto in 5 giorni, di cui le prime 3 giornate di qualificazioni, la domenica di Pasqua semifinali e finaline, Pasquetta finali del 3-4 posto e 1 e 2 posto.

Il Team Ticino, che rappresentava il nostro cantone e la nostra nazione, si è dovuto accontentare del 8a posizione, perdendo la finalina con FC Honved Budapest per 1-0.

Nel girone di qualificazione i nostri ragazzi sono stati sconfitti di misura per 1-0 dal Malmoe, ma si sono ripresi vincendo per 2-0 contro il Rijeka con una bella prestazione, per accedere alle semifinali era necessaria una vittoria contro i russi del Krasnodar ma non è andata bene, sconfitta per 2-0.

Per cui i ragazzi di Moresi/Ortelli, nonostante le sconfitte di misura e la bella prestazione contro il Rijeka, non sono riusciti ad andare oltre l’ottava posizione.

La Red Bull Academy, vincitrice del torneo, e il Genk hanno dimostrato un bel calcio, veloce, dinamico, e soprattutto molto bello da vedere e si erano già incontrate nella prima giornata della fase a gironi terminando pari con un 2-2.