Marco Giampaolo – © AC Milan

Nella serata di ieri il Milan ha comunicato ciò che era nelle previsioni: l’allenatore «svizzero» Marco Giampaolo, nato a Bellinzona il 2 agosto 1967 e in carica solamente dall’inizio della corrente stagione, è stato esonerato

La causa del suo allontanamento, non rivelata dal club ma chiara agli occhi di tutti, è la mancanza di quel gioco tanto caro alla società rossonera, che ha diramato uno scarno comunicato stampa, nel quale annuncia di «aver sollevato il Signor Marco Giampaolo dalla sua posizione di allenatore della prima squadra. La società è grata a Marco per il lavoro svolto e gli augura il meglio per la sua carriera professionale».

Il gruppo è stato affidato a Stefano Pioli, 53enne parmense che festeggerà il compleanno il prossimo 20 ottobre. L’ex allenatore dell’Inter ritorna quindi su una panchina di Serie A a distanza di esattamente sei mesi dall’ultima volta. Correva infatti il 9 aprile scorso quando la Fiorentina decideva di separarsi dal tecnico emiliano e si affidare la direzione del gruppo viola a Vincenzo Montella, curiosamente ex coach del Milan.

Con l’arrivo di Pioli potrebbe cambiare anche la vita di Ricardo Rodríguez. Dopo un inizio da titolare, il 27enne terzino sinistro rossocrociato è stato scavalcato nelle gerarchie dal talento francese Theo Hernández, rientrato a pieno regime a seguito dell’infortunio patito nel test estivo contro il Bayern Monaco.