Karl Grob – © Keystone/FCZ

Giovedì 18 aprile era toccato a Ivo Frosio lasciare il mondo terreno, sabato 20 è stato raggiunto da Karl Grob. Nel breve volgere di tre giorni, due leggende del calcio elvetico si sono spente, lasciando un enorme e incolmabile vuoto a chi le ha conosciute

Giocatori di Lugano e Zurigo, Frosio e Grob, sono stati ricordati dai due siti web ufficiali dei club, i quali, curiosamente, si sono ritrovati faccia a faccia sul terreno di Cornaredo esattamente a metà, ossia la sera del Venerdì Santo.

Ecco, di seguito, i comunicati diramati dalle due società:

Si è spento Ivo Frosio, calciatore del FC Lugano oltre che nazionale svizzero degli anni cinquanta. Era nato nel 1930 e il prossimo 27 aprile avrebbe compiuto 89 anni. Originario del Locarnese, Frosio era balzato agli onori delle cronache calcistiche con la maglia del Grasshopper che aveva indossato tra il 1952 e il 1957. Nel ’56 con le cavallette, trascinate da Ballaman e Vukosaijlevic vinse sia il campionato sia la Coppa svizzera. Dalla stagione successiva Frosio si trasferì a Lugano dove giocò, nel suo ruolo di centrocampista 70 partite realizzando 19 reti. Era il Lugano di Schmidahauser e Larsen al quale si affacciano giovani promettenti quali Coduri, Indemini e Gottardi. Il nome di Ivo Frosio è legato anche alla nazionale rossocrociata: 13 le presenze. Il suo esordio avvenne il 20 settembre 1952 in uno Svizzera-Ungheria vinto dai magiari per 4-2. Prese parte anche ai Mondiali del 1954 che si svolsero nel nostro paese“.

Sabato 20 aprile 2019, si è spento all’età di 72 anni Karl Grob, portiere che ha militato a lungo tra le fila dell’FCZ. Trasferitosi dal Küsnacht allo Zurigo nel 1967, ha difeso i pali della porta tigurina per 20 anni, collezionando numerosi record. Con 708 incontri assolti, risulta ancor oggi l’estremo difensore con più partite disputate nella storia del club. Nonostante fosse alto solamente 1,73 metri, Grob era un portiere dalla tecnica brillante, veloce e con ottimi riflessi. Dal 1968 al 1981, periodo nel quale ha vestito sette volte la maglia della nazionale rossocrociata, si è laureato cinque volte campione svizzero, alzando in quattro occasioni, tra il 1970 e il 1976, la Coppa nazionale. Nel 1977 ha preso parte alla semifinali della Coppa dei Campioni, venendo eliminato dal Liverpool. Ha lasciato l’FCZ all’età di 41 anni per chiudere la sua gloriosa carriera professionistica tra le fila del Bienne“.