All Sport Association (ASA) si aggiudica il Premio etico 2019 patrocinato da Panathlon Club Lugano e StarTi per il suo impegno a favore dei giovani attraverso attività di sensibilizzazione e prevenzione della violenza.

Una serata ricca di emozioni, perché così accade sempre quando si parla di sport.

Il 4 novembre si è svolta, presso il Palazzo dei Congressi di Lugano, la serata Miglior Sportivo Ticinese 2019 durante la quale è stato premiato il talento sportivo dell’anno, oltre al talento della sezione giovani speranze. Un riconoscimento anche per sport e disabilità e poi l’ambito Premio etico, che quest’anno è stato attribuito alla All Sport Association (ASA), associazione sportiva di Lugano.

All Sport Association è nata a fine 2014 con lo scopo di creare iniziative che parlino, soprattutto ai più giovani, della bellezza dello sport, e che ne diffondano i grandi valori (rispetto, collaborazione, spirito di squadra, accettazione di sé e dell’altro, capacità di vincere e di perdere).

Negli anni ASA è cresciuta e le sue attività hanno coinvolto sempre più famiglie del territorio. L’associazione si impegna inoltre a lavorare insieme ad altre associazioni o enti “amici” nella realizzazione delle diverse iniziative.

Come dichiarato da Stefano Giulieri, Presidente di Panathlon Club Lugano: “Abbiamo scelto ASA per il suo costante impegno verso i nostri ragazzi, che vengono accompagnati nell’esperienza dello sport, ma anche seguiti attraverso un percorso educativo davvero importante”.

Sono due, in particolare, i progetti con cui la All Sport Association si è distinta: gli ASA Summer Camp e Gioca Pulito. I primi sono una colonia sportiva diurna (dal 2020 verrà proposta anche una settimana con pernottamento) durante i quali si praticano diversi sport, ma si pone l’attenzione anche su temi importanti come l’inclusione e la prevenzione della violenza, attraverso la collaborazione con altri enti del territorio. Gioca Pulito, invece, propone un ciclo di incontri alle società sportive durante i quali i ragazzi (9-13 anni) “sperimentano”, attraverso giochi guidati, il valore del rispetto, delle regole e la collaborazione. Gli incontri coinvolgono anche genitori e allenatori e vedono la presenza di personaggi legati al mondo dello sport come testimonial degli alti contenuti esposti.

Una serata speciale, dunque, che mette lo sport in primo piano: uno sport bello, fatto di valori, di volti giovani, di impegno e costanza. Uno sport di cui si dovrebbe parlare di più per lanciare un messaggio positivo a tutti. Perché i valori “puliti” degli sportivi sono gli stessi valori che aiutano una società a essere migliore in ogni suo contesto.