Ottimi arrivi per il Losanna

In quella che è stata la “settimana perfetta” il Losanna ha superato un vero esame di maturità. Vittoria a Lugano (1-2) e disintegrato lo Zurigo (5-1). Due vittorie, ma soprattutto due prove che hanno fatto vedere, una compagine finalmente matura. Il Losanna adesso ha i riflettori puntati addosso: sinceri ammiratori, invidiosi, gelosi e falsi estimatori.

Celestini e i suoi giocatori non devono farsi abbagliare da luci accecanti. Luci, però che illuminano un 2018 importante. Tre arrivi dal mercato di gennaio: Rapp il capocannoniere del Campionato con 9 gol, va a rinforzare il terzo attacco del torneo  con 33 gol dopo i 46 dell’YB e i 39 del Basilea.  Un rinforzo a centrocampo: Fransson. E l’arrivo di un figlio d’arte: Enzo Zidane. C’è tempo per cercare un difensore che  a Celestini serve come il pane, con la peggiore difesa del campionato -36 reti subite- la scelta non deve essere precipitosa prendere un difensore tanto per prenderlo non sarebbe la scelta migliore.

Con il cambio di proprietà  la scossa c’è stata. Il 2017, come detto, è finito alla grande. Nel 2018 l’Europa potrebbe non essere il miraggio: due  punti dal San Gallo e a tre dalla terza posizione oggi occupata dallo Zurigo.

Senza spingerci oltre leggiamo solo gli impegni del mese di febbraio 2018. Quattro partite. Si inizia con una trasferta da brividi contro il Lucerna; poi alla Pontaise arriverà l’YB quindi a Sion e infine Losanna-Basilea. Nel mese più corto dell’anno si saprà esattamente cosa aspettarci dai vodesi.

La nuova società si è mossa e continuerà a muoversi. I lavori dello stadio stanno andando avanti, il futuro losannese è roseo, ma adesso tocca agli appassionati, ai tifosi dare il loro supporto. I 3.820 spettatori di media sono veramente un miseria e stridono a quanto sta facendo la nuova proprietà. “Dal 2018 tutti alla Pontaise!” questo dovrebbe essere il grido non solo del Cantone Vaud, ma della Svizzera Romanda in attesa che nella Super League rientrino il Neuchatel e/o Servette

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
Facebook
Facebook
LinkedIn
Twitter
Visit Us
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS