Nella pausa di metà partita di Neuchâtel Xamax-Lugano, Teleclub Sport ha proposto un’intervista con Angelo Renzetti, il quale ha confermato che la cessione della società è più vicina che mai

«I risultati sono una cosa, la voglia di “uscire dal circo” un’altra. Sono contento dei risultati ottenuti ultimamente, ma non è finita, non abbassiamo la guardia. La mia decisione [di farmi da parte] non dipende affatto dai risultati. L’altro “problema” è che siamo vicini a un accordo che prima non c’era mai stato. E se esso va a buon fine, io mollo! L’affare si concretizzerà quando ci saranno tutti i presupposti. E questi, al momento, ci sono. E loro sono convinti di fare l’operazione. La Juventus e una cordata italiana? Sono un piano B, ma solo se gli anglo-americani dovessero ritirarsi. In questo modo, io devo trovare altre soluzioni. Ed è da un po’ di tempo che mi rivolgo all’Italia, perché il Lugamo deve guardare lì. Il sentimento mi dice di continuare a fare calcio, perché la passion è smisurata. D’altro canto c’è la ragione, che mi dice che non posso utilizzare all’infinito il mio patrimonio».