Nel corso dei cento e più minuti di gara di ieri pomeriggio tra il Lugano e il Sion, l’arbitro Stephan Klossner ha estratto in sole tre occasioni il cartellino giallo

La prima frazione ha visto due vallesani ammoniti: Roberts Uldriķis al 14′ per essere entrato a gamba alta su Ákos Kecskés e Yassin Fortune al 39′ (poi uscito subito dopo e trasportato all’ospedale) per un intervento a centrocampo.

Al 56′ la sanzione ha colpito Filip Holender. Il 25enne attaccante ungherese del Lugano, che ha fatto salire a otto i giocatori sottocenerini con un’ammonizione sulle spalle, ha visto giallo a causa di una ginocchiata involontaria sulla testa del portiere biancorosso Kevin Fickentscher (foto). Questo episodio è stato la discriminante per il corposo recupero concesso allo scoccare del novantesimo (11′, infine trasformati in 12 per perdite di tempo durante l’extra time).