La crudeltà della lotteria dei calci di rigore premia un Grasshopper arrendevole, che si è basato esclusivamente sul contropiede. Il dischetto sembrava scottare per i bianconeri, che hanno prodotto due errori (o orrori, fate voi) risultati fatali

David Da Costa – 4 – inoperoso per tutti i centoventi minuti, prova a diventare l’eroe dei tiri dal dischetto, senza riuscirci;

Steve Rouiller – 4,5 – sempre puntuale nelle chiusure, si propone spesso e volentieri in avanti per aiutare la proiezione offensiva;

Fulvio Sulmoni – 4,5 – non che Avdijaj gli crei grossi problemi, anzi. Però, lo contiene alla grande non andando praticamente mai in affanno;

Vladimir Golemic – 4,5 – di testa giganteggia sugli avversari, i quali girano alla larga quando davanti gli si para il muro serbo;

Fabio Daprelà – 4 – qualche errore di troppo per il laterale sinistro, che non spinge come dovrebbe, tenendosi a debita distanza dall’area avversaria;

(81′ Antonini Culina – 3,5 – mette a segno l’unico penalty dei suoi, ma si vede che gli manca il ritmo-partita);

Jonathan Sabbatini – 4 – mezzo punto in meno per aver voluto “replicare” la traversa di Basic nella lotteria dei rigori;

Cristian Ledesma – 4,5 – la sua è una partita ottima, contraddistinta dall’esperienza accumulata in passato. Peccato per il rigore, parato da Lindner;

Mario Piccinocchi – 3,5 – giostrando a lato del regista puro non incide e fatica a trovare i meccanismi giusti per imporsi;

(46′ Dragan Mihajlovic – 4,5 – martedì è diventato papà. Avrebbe voluto segnare per dedicare un gol alla nuova arrivata. Ci prova, senza successo);

Carlinhos Junior – 3,5 – una delle peggiori partite del brasiliano in maglia bianconera. Ha alcuni lampi di genio, certo, ma a conti fatti produce poco o nulla;

Alexander Gerndt – 3 – lo svedese è in un momento decisamente no. Non calcia mai in porta e perde quasi tutti i contrasti con i difensori biancoblu;

(66′ Mattia Bottani – 3,5 – il gelo di casa non gli porta bene. È troppo lontano dall’area di rigore avversaria e quando si avvicina vuole strafare, perdendosi in un bicchier d’acqua);

Davide Mariani – 3,5 – non gli riesce più nulla. L’immagine del suo momento di appannamento è il tiro dagli 11 metri calciato letteralmente alle stelle;

Pierluigi Tami – 3,5 – le prova tutte, inserendo una punta (Culina) per un difensore (Daprelà). Il problema, e lo sa anche lui, è la mancanza di un bomber vero. Il mercato invernale dovrà giocoforza regalargliene uno. Se lo merita.

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

Lugano, Marc Janko di nuovo in Nazionale © Twitter ÖFB - oefb.atPer far fronte all'assenza di Guido Burgstaller, il ct austriaco Franco Foda ha convocato Marc Janko Dopo essersi allenat...
Lugano, anche durante la sosta l’intensità n... In questa prima settimana di sosta dedicata alle nazionali, i giocatori bianconeri continuano ad allenarsi con la medesima alta intensità delle prec...
Lugano, è finalmente il sole ad accompagnare il ri... Dopo una ventina di giorni in cui il clima ha condizionato le sedute giornaliere, ecco che questo pomeriggio, al ritorno in campo, i bianconeri sono...
Lugano, una settimana “soft” prima del... Nel corso della prima settimana di sosta dedicata alle varie selezioni nazionali, i giocatori bianconeri si ritroveranno in quattro occasioni Il pr...
RSL, il sabato sera delle topiche arbitrali Nei due anticipi della quattordicesima giornata di Raiffeisen Super League a risultare protagonisti sono i due direttori di gara Da una parte U...
Lugano, l’analisi post-Lucerna: una sconfitt... La chiara sconfitta per quattro a uno per mano del Lucerna non ha rispecchiato i valori presentati sull'inzuppato terreno di Cornaredo Sin dai prim...
Lugano-Lucerna, la moviola: due rigori negati ai b... Rivista alla moviola, la prestazione del direttore di gara ha penalizzato in due occasioni il Lugano, graziandolo una volta Su due interventi all'i...
Lugano-Lucerna, le pagelle: Da Costa e un errore c... La serata-no del Lugano è stata contraddistinta da tre pali e dall'errore (giustificabile) di David Da Costa sul raddoppio ospite David Da Costa - ...
RSL, il Lugano sbatte contro i pali e il cinismo d... Il Lucerna continua a essere la bestia nera del Lugano. I confederati superano i bianconeri per la quarta volta consecutiva in campionato, capitaliz...
Lugano-Lucerna, la probabile formazione bianconera Questa sera alle ore 19:00 a Cornaredo Lugano e Lucerna daranno vita alla quattordicesima giornata di Raiffeisen Super League Reduci da un tour de ...