L’immancabile appuntamento con la conferenza stampa settimanale di mister Fabio Celestini è arrivato anche in questo grigio venerdì di novembre

La sfida di domani contro il Lucerna – che prenderà avvio alle ore 19:00 – sarà quella che precede la pausa dedicata alle nazionali. L’obiettivo bianconero è mantenere inviolato Cornaredo.

“Il modo di giocare continuerà a essere lo stesso – le prime parole del tecnico luganese -, la squadra deve ancora capire alcuni meccanismi. Non sono i ragazzi che devono adattarsi a me, ma io a loro. Indipendentemente da chi scenderà in campo, l’idea è la medesima”.

“Io vivo nel presente. Vivere nel passato o nel futuro ti mette solo pressione. Dovremo essere bravi noi a far girare le partite dalla nostra parte. A livello mentale il gruppo ha fatto un grande passo avanti, così come ad altri livelli. L’incontro di Basilea non è stato un passo indietro, tutt’altro, perché nel secondo tempo siamo stati più propositivi con un possesso palla non sterile, ma a venticinque metri dalla porta avversaria”.

“Le tre partite in otto giorni sono state faticose. Per molti la condizione, per colpa degli infortuni, non è ancora ottimale. Questa è una difficoltà ulteriore. Ma possiamo contare su una panchina importante, che ci dà una grossa mano sempre”.

“La sensazione che avevamo a Basilea nella prima frazione non era strepitosa. I problemi sono risultati essere gli errori commessi, che non possono venir lavorati. Dobbiamo solo credere in noi stessi. È questo che ho detto ai ragazzi nello spogliatoio. E le risposte ci sono state”.

“Dieci giorni fa ho avuto la fortuna di parlare con il Presidente, con cui ho discusso anche del Team Ticino. Il paragone con il Team Vaud è plausibile. Le tensioni esistenti le ho vissute anche qui. Le similitudini tra Vaud e Ticino sono molte. Credo che la locomotiva debba essere il Lugano”.

“Uno degli obiettivi principali della stagione della Under 21 è la promozione, altrimenti per i nostri giovani è davvero difficile. Il passo tra Seconda Lega Interregionale e Super League è enorme, non tanto dal punto di vista fisico”.

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

RSL, Carlinhos Junior e Ricky van Wolfswinkel di n... Nei due anticipi del Venerdì Santo della 30ª giornata di Raiffeisen Super League hanno gonfiato la rete avversaria due calciatori che si trovano app...
Lugano, due calciatori bianconeri hanno visto gial... Nel corso della vittoriosa partita di ieri sera contro lo Zurigo sono stati due i calciatori del Lugano ammoniti dal direttore di gara Sandro Schäre...
RSL, Grasshopper-Thun, Forte: “Se vogliamo r... Uli Forte - © Keystone/gcz.ch La lanterna rossa Grasshopper non ha scelta: se vuole affrontare almeno lo spareggio promozione/retrocessione dovrà ...
Lugano, l’analisi post-Zurigo: i giocatori b... Il ritrovato successo casalingo permette ai bianconeri, indipendentemente da come finiranno gli altri incontri in programma, di trascorrere una Pasq...
RSL, la moviola di Lugano-Zurigo: partita corretta... La partita tra Lugano e Zurigo ha proposto due formazioni corrette, che hanno interpretato la gara con testa e senza "voler affondare" a tutti i cos...
RSL, Lugano-Zurigo, Celestini: “Finalmente p... È un Fabio Celestini chiaramente entusiasta quello che si presenta davanti ai microfoni al termine della ritrovata vittoria casalinga (che mancava d...
RSL, le pagelle di Lugano-Zurigo: Junior tuttofare... Carlinhos Junior mette lo zampino in tutte e tre le reti bianconere, mentre capitan Jonathan Sabbatini è un guerriero che non si tira mai indietro ...
RSL, il Lugano confeziona il regalo di compleanno ... Finalmente, il Lugano sfata il tabù-Cornaredo battendo lo Zurigo 3-0 grazie alla doppietta di Junior e al punto di Brlek. Il Pres Renzetti, che oggi...
Sion, in arrivo biglietti nominali e altre drastic... © lenouvelliste.ch Gli atti vandalici promossi dai sostenitori del Grasshopper lo scorso 16 marzo allo Stade de Tourbillon di Sion hanno fatto in ...
Calciomercato, anche il Wolfsburg conferma: “... L'ufficializzazione del passaggio di Kevin Mbabu al Wolfsburg è solo questione di giorni Il numero uno del club tedesco Jörg Schmadtke ha infatti d...