Al termine del pareggio casalingo contro il Neuchâtel Xamax, mister Fabio Celestini analizza con la solita ludicità ciò che è successo all’interno del rettangolo verde

“È un’occasione persa, sì. E non è la prima volta che accade – afferma il tecnico del Lugano -. In questo momento i risultati e i punti hanno difficoltà a venire dalla nostra parte. Quest’oggi, nei momenti decisivi della partita, non siamo riusciti a fare la differenza. C’è rammarico, perché gli ultimi tre gol subiti sono giunti direttamente su punizione che non c’era. L’arbitro ti dà e ti toglie. Ora come ora, la seconda è l’opzione che sceglie. Noi, tuttavia, dovevamo trasformare il rigore, siglare il 3-1 e non ce l’abbiamo fatta. Dobbiamo continuare a lavorare e crederci di più, perché in tutte le partite siamo vivi”.

“I nostri problemi principali sono che con la palla non siamo ancora abbastanza solidi – prosegue il 43enne -. Non riusciamo a gestire delle situazioni in cui potremmo mettere in difficoltà gli avversari. Se fossimo riusciti a mantenere di più il pallone, determinate situazioni non sarebbero venute alla luce. Da qui alla fine dell’anno soffriremo ancora, lo sappiamo”.

“Sabbatini? Si è preso la responsabilità di calciare il rigore, come ha già fatto in passato. Oggi ha sbagliato, ma tutti dovevamo di più, altrimenti non riesci a vincere gli incontri. Jonathan è il primo a saperlo. È cosciente di aver mancato un’occasione importante. È un lavoro di gruppo, in questo periodo le cose ci girano un po’ contro”.

“Dobbiamo analizzare la partita, gli aspetti positivi e negativi della stessa. Adesso credo che bisogna intervenire sul mentale, perché la squadra è sempre viva. Ci vuole poco. Anche oggi nella prima mezz’ora i ragazzi hanno fatto molto bene. Ogni partita aggiungiamo qualche aspetto in più, ma evidentemente non è sufficiente”, la chiusura dell’allenatore bianconero.

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

Lucerna, dopo il trambusto di ieri due annunci: un... Marco Rüedi - © regiofussball.chIl "day after" l'esonero del tecnico René Weiler, il Lucerna ha annunciato un rinnovo e un nuovo arrivo Si tratt...
Calciomercato, l’Arsenal pronto a inserire u... Eray Cömert - © FreshFocus/sport.chLa bomba di mercato è stata sganciata Oltremanica: nel corso della prossima sessione estiva, l'Arsenal sarà pr...
Lugano, il giallo di sabato pesa come un macigno: ... Il cartellino giallo rimediato nell'unico minuto di recupero del primo tempo della Swissporarena costerà a Fulvio Sulmoni la disputa della partita d...
ITA-C, Masciangelo (ex-Lugano) stavolta viene colp... Nella partita valida per la 27a giornata del Girone A di Serie C la Juventus Under 23 è incappata in una sconfitta in casa del Robur Siena Allo Sta...
Lugano, Renzetti ha deciso: la cessione del club s... Angelo Renzetti - © FreshFocus/sport.chIl 31 marzo 2019 è la data limite posta da Angelo Renzetti riguardo la vendita della società. Il giorno do...
RSL, la sconfitta con il Lugano costa cara: il Luc... René Weiler - © FreshFocus/sport.chLa netta sconfitta casalinga di ieri sera subita per mano del Lugano è costata il posto a René Weiler Con un ...
Lucerna-Lugano, la moviola: direzione autoritaria ... Non c'è stato solamente il Lugano a mettersi in mostra alla Swissporarena. Anche il direttore di gara è stato tra i protagonisti del match Adrien J...
Lugano, l’analisi post-Lucerna: il gruppo me... Il Lugano è tornato al successo grazie all'unità di un gruppo che, ultimamente, ha lavorato ancor di più per cercare di porre fine alla striscia di ...
Lucerna-Lugano, Weiler: “La situazione è neg... René Weiler - © FreshFocus/sport.chRené Weiler, tecnico del Lucerna, non perde la calma, nonostante il terzo kappaò in altrettante partite dall'i...
Lucerna-Lugano, Celestini: “Stavolta gli epi... È un Fabio Celestini, ovviamente, entusiasta quello che si presenta nel post-partita della Swissporarena. Il largo successo aumenta il gap dalla zon...