Al termine del pareggio casalingo contro il Neuchâtel Xamax, mister Fabio Celestini analizza con la solita ludicità ciò che è successo all’interno del rettangolo verde

“È un’occasione persa, sì. E non è la prima volta che accade – afferma il tecnico del Lugano -. In questo momento i risultati e i punti hanno difficoltà a venire dalla nostra parte. Quest’oggi, nei momenti decisivi della partita, non siamo riusciti a fare la differenza. C’è rammarico, perché gli ultimi tre gol subiti sono giunti direttamente su punizione che non c’era. L’arbitro ti dà e ti toglie. Ora come ora, la seconda è l’opzione che sceglie. Noi, tuttavia, dovevamo trasformare il rigore, siglare il 3-1 e non ce l’abbiamo fatta. Dobbiamo continuare a lavorare e crederci di più, perché in tutte le partite siamo vivi”.

“I nostri problemi principali sono che con la palla non siamo ancora abbastanza solidi – prosegue il 43enne -. Non riusciamo a gestire delle situazioni in cui potremmo mettere in difficoltà gli avversari. Se fossimo riusciti a mantenere di più il pallone, determinate situazioni non sarebbero venute alla luce. Da qui alla fine dell’anno soffriremo ancora, lo sappiamo”.

“Sabbatini? Si è preso la responsabilità di calciare il rigore, come ha già fatto in passato. Oggi ha sbagliato, ma tutti dovevamo di più, altrimenti non riesci a vincere gli incontri. Jonathan è il primo a saperlo. È cosciente di aver mancato un’occasione importante. È un lavoro di gruppo, in questo periodo le cose ci girano un po’ contro”.

“Dobbiamo analizzare la partita, gli aspetti positivi e negativi della stessa. Adesso credo che bisogna intervenire sul mentale, perché la squadra è sempre viva. Ci vuole poco. Anche oggi nella prima mezz’ora i ragazzi hanno fatto molto bene. Ogni partita aggiungiamo qualche aspetto in più, ma evidentemente non è sufficiente”, la chiusura dell’allenatore bianconero.

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

RSL, le pagelle di Lugano-Grasshopper: Petar Brlek... In una partita tesa come non mai, i bianconeri sprecano l'impossibile nella prima ora, panicano per venti buoni minuti, ma l'inserimento di Petar Br...
RSL, dopo due anni il Lugano ritrova l’Europ... Il Lugano domina il primo tempo, va avanti due volte, si trova in svantaggio, ma riesce, con la forza della disperazione, a raccogliere ciò che gli ...
Calciomercato, il Basilea ha messo nel mirino un g... Oğuz Kağan Güçtekin - © sabah.com.tr Il campionato 2018-2019 di Raiffeisen Super League terminerà solamente questa sera, ma il Basilea, sicuro al ...
Calciomercato, Ruben Vargas: “Allo stato att... Ruben Vargas - © FreshFocus/sport.ch Il futuro di Ruben Vargas è tutt'altro che certo. Al momento, il talento rossocrociato milita nel Lucerna, ma...
RSL, Basilea-Neuchâtel Xamax, Koller fa un primo b... Marcel Koller - © Twitter FC Basel 1893 Nonostante la stagione non sia ancora chiusa ufficialmente - questa sera alle ore 19:00 prenderà infatti a...
RSL, Sion-Thun, Schneider: “Al Tourbillon pe... Questa sera, a partire dalle ore 19:00, il Thun affronterà il Sion per provare a salire sull'ultimo treno utile per entrare in UEFA Europa League I...
Sion, l’uomo-mercato Christian Constantin ch... Christian Constantin - © Keystone/FC Sion In un'intervista rilasciata al Blick, Christian Constantin fa il punto della situazione su diversi gioca...
RSL, Lugano-Grasshopper: la probabile formazione b... Questa sera, con calcio d'avvio alle ore 19:00, il Lugano affronterà il Grasshopper tra le mura amiche di Cornaredo nel quadro della 36ª e ultima gi...
RSL, la preview di Lugano-Grasshopper: in primis v... La 36ª e ultima giornata di Raiffeisen Super League metterà di fronte domani sera, sabato 25 maggio 2019, a partire dalle ore 19:00 sul terreno prin...
Young Boys, il mercato non concerne solo dei gioca... Harald Gämperle e Patrick Schnarwiler, oramai ex e nuovo assistente di Gerardo Seoane - © BSC Young Boys È stata una giornata di venerdì piena di ...