Il Lugano targato Fabio Celestini infila il terzo successo filato in casa grazie a un’altra partita di qualità e di sofferenza

David Da Costa – 4,5 – nulla può sulla zampata in allungo di Doudin che permette ai rossoneri di pareggiare. Sempre presente e attento, utilizza tutta la sua navigata esperienza negli ultimi istanti di gara;

Eloge Yao – s.v. – si infortuna alla mezz’ora e, paradossalmente, i suoi compagni iniziano a creare di continuo. Fa correre un brivido lungo la schiena di tutti con uno sciagurato assist a centro area a un neocastellano, che fortunatamente non viene sfruttato;

(30′ Edoardo Masciangelo – 4,5 – è meno preciso del solito con i cross, ma ha un cuore e dei polmoni da fare invidia a chiunque nel suo ruolo);

Mijat Marić – – contro un avversario come Ademi, nonostante non fosse un ghepardo, non era semplice prendere le misure, ma lui, l’esperto centrale, ce la fa, impedendo al duellante di turno di imporsi;

Fulvio Sulmoni – – partita senza sbavature per il ticinese, sempre più a suo agio a fianco di Marić. Si propone anche qualche volta in fase offensiva, senza disdegnare le triangolazioni con i compagni;

Dragan Mihajlović – 4,5 – prova di quantità e qualità. Da quando è tornato sono questi gli aspetti principali del suo gioco. Si proietta in avanti con una certa costanza e difende con ordine;

Bálint Vécsei – 4,5 – la fiducia che gli allenatori ripongono in lui si ripercuotono sulle sue prestazioni. Con Celestini c’è feeling e lo si vede in campo;

(60′ Domen Črnigoj – – un minuto dopo la sua entrata apre le danze inserendosi alla perfezione su un’imbucata da sogno di Bottani. Lotta come un leone: subisce un brutto fallo da Pickel e si vendica sullo stesso avversario nell’azione seguente);

Mario Piccinocchi – 4,5 – a volte pare giocare in modo troppo scolastico, ma la sua sicurezza con il pallone tra i piedi è inimitabile;

(74′ Roman Macek – – esordio assoluto per il ceco. Un po’ troppo timido in diverse occasioni, da un suo errore scaturisce il pareggio rossonero);

Jonathan Sabbatini – 4,5 – sbaglia qualche lancio di troppo, ma mette ordine quando c’è bisogno. Il capitano è uno dei tanti uomini in più di questo Lugano;

Petar Brlek – 4,5 – stavolta non è obbligato a fare il “falso nueve”. E poco importa, perché la sua è una prestazione qualitativamente ottima;

Alexander Gerndt – 5,5 – mette a segno un gol che vale da solo il prezzo del biglietto. Lo svedese, generoso alla massima potenza, si prende la scena regalando di fatto i quarti di finale ai bianconeri;

Mattia Bottani – – tanta, tanta sostanza per un giocatore rinato. Corsa, sacrificio e chi più ne ha più ne metta. Solo un violento schiaffone (che, stranamente, né arbitro né assistente notano…) lo toglie dalla contesa;

(112′ Carlinhos Junior – – otto minuti sono pochi per dare una valutazione. Il voto è tutto per il gol che manda i titoli di coda alla sfida);

Fabio Celestini – – piano piano la sua creatura si sta plasmando con le sue idee di gioco. L’aggressività e l’attenzione in tutti i reparti, unite alla costante propensione all’aiuto collettivo, fanno in modo che i suoi ragazzi si divertano e divertano chi li osserva.

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

RSL, Carlinhos Junior e Ricky van Wolfswinkel di n... Nei due anticipi del Venerdì Santo della 30ª giornata di Raiffeisen Super League hanno gonfiato la rete avversaria due calciatori che si trovano app...
Lugano, due calciatori bianconeri hanno visto gial... Nel corso della vittoriosa partita di ieri sera contro lo Zurigo sono stati due i calciatori del Lugano ammoniti dal direttore di gara Sandro Schäre...
Lugano, l’analisi post-Zurigo: i giocatori b... Il ritrovato successo casalingo permette ai bianconeri, indipendentemente da come finiranno gli altri incontri in programma, di trascorrere una Pasq...
RSL, la moviola di Lugano-Zurigo: partita corretta... La partita tra Lugano e Zurigo ha proposto due formazioni corrette, che hanno interpretato la gara con testa e senza "voler affondare" a tutti i cos...
RSL, Lugano-Zurigo, Celestini: “Finalmente p... È un Fabio Celestini chiaramente entusiasta quello che si presenta davanti ai microfoni al termine della ritrovata vittoria casalinga (che mancava d...
RSL, le pagelle di Lugano-Zurigo: Junior tuttofare... Carlinhos Junior mette lo zampino in tutte e tre le reti bianconere, mentre capitan Jonathan Sabbatini è un guerriero che non si tira mai indietro ...
RSL, il Lugano confeziona il regalo di compleanno ... Finalmente, il Lugano sfata il tabù-Cornaredo battendo lo Zurigo 3-0 grazie alla doppietta di Junior e al punto di Brlek. Il Pres Renzetti, che oggi...
RSL, Lugano-Zurigo, Magnin: “In Ticino non v... © Keystone/FCZ La sera del Venerdì Santo è sinonimo, quest'anno, di turno di campionato. A Cornaredo, lo Zurigo affronterà il Lugano con un chiaro...
RSL, Lugano-Zurigo, la probabile formazione bianco... Questa sera, Lugano e Zurigo si affronteranno sul terreno principale di Cornaredo per dar vita alla 30ª giornata di Raiffeisen Super League A diffe...
RSL, la preview di Lugano-Zurigo: la Via Crucis bi... Domani sera, a partire dalle ore 20:00, il Lugano sarà impegnato tra le mura amiche di Cornaredo per la 30ª giornata di Raiffeisen Super League. La ...