Il Lugano targato Fabio Celestini infila il terzo successo filato in casa grazie a un’altra partita di qualità e di sofferenza

David Da Costa – 4,5 – nulla può sulla zampata in allungo di Doudin che permette ai rossoneri di pareggiare. Sempre presente e attento, utilizza tutta la sua navigata esperienza negli ultimi istanti di gara;

Eloge Yao – s.v. – si infortuna alla mezz’ora e, paradossalmente, i suoi compagni iniziano a creare di continuo. Fa correre un brivido lungo la schiena di tutti con uno sciagurato assist a centro area a un neocastellano, che fortunatamente non viene sfruttato;

(30′ Edoardo Masciangelo – 4,5 – è meno preciso del solito con i cross, ma ha un cuore e dei polmoni da fare invidia a chiunque nel suo ruolo);

Mijat Marić – – contro un avversario come Ademi, nonostante non fosse un ghepardo, non era semplice prendere le misure, ma lui, l’esperto centrale, ce la fa, impedendo al duellante di turno di imporsi;

Fulvio Sulmoni – – partita senza sbavature per il ticinese, sempre più a suo agio a fianco di Marić. Si propone anche qualche volta in fase offensiva, senza disdegnare le triangolazioni con i compagni;

Dragan Mihajlović – 4,5 – prova di quantità e qualità. Da quando è tornato sono questi gli aspetti principali del suo gioco. Si proietta in avanti con una certa costanza e difende con ordine;

Bálint Vécsei – 4,5 – la fiducia che gli allenatori ripongono in lui si ripercuotono sulle sue prestazioni. Con Celestini c’è feeling e lo si vede in campo;

(60′ Domen Črnigoj – – un minuto dopo la sua entrata apre le danze inserendosi alla perfezione su un’imbucata da sogno di Bottani. Lotta come un leone: subisce un brutto fallo da Pickel e si vendica sullo stesso avversario nell’azione seguente);

Mario Piccinocchi – 4,5 – a volte pare giocare in modo troppo scolastico, ma la sua sicurezza con il pallone tra i piedi è inimitabile;

(74′ Roman Macek – – esordio assoluto per il ceco. Un po’ troppo timido in diverse occasioni, da un suo errore scaturisce il pareggio rossonero);

Jonathan Sabbatini – 4,5 – sbaglia qualche lancio di troppo, ma mette ordine quando c’è bisogno. Il capitano è uno dei tanti uomini in più di questo Lugano;

Petar Brlek – 4,5 – stavolta non è obbligato a fare il “falso nueve”. E poco importa, perché la sua è una prestazione qualitativamente ottima;

Alexander Gerndt – 5,5 – mette a segno un gol che vale da solo il prezzo del biglietto. Lo svedese, generoso alla massima potenza, si prende la scena regalando di fatto i quarti di finale ai bianconeri;

Mattia Bottani – – tanta, tanta sostanza per un giocatore rinato. Corsa, sacrificio e chi più ne ha più ne metta. Solo un violento schiaffone (che, stranamente, né arbitro né assistente notano…) lo toglie dalla contesa;

(112′ Carlinhos Junior – – otto minuti sono pochi per dare una valutazione. Il voto è tutto per il gol che manda i titoli di coda alla sfida);

Fabio Celestini – – piano piano la sua creatura si sta plasmando con le sue idee di gioco. L’aggressività e l’attenzione in tutti i reparti, unite alla costante propensione all’aiuto collettivo, fanno in modo che i suoi ragazzi si divertano e divertano chi li osserva.

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

Lugano, sul sintetico e sotto la pioggia per la pr... Trascorso il fine settimana in totale tranquillità, i ragazzi bianconeri sono tornati in campo nel pomeriggio per la prima seduta della settimana L...
Lugano, cinque tappe giornaliere verso Berna Dopo aver usufruito del fine settimana di completo rilassamento, i ragazzi della rosa bianconera torneranno in campo quest'oggi per preparare la sfi...
HCS, ecco il programma (quasi) definitivo dei quar... In data odierna, l'Associazione Svizzera di Football (ASF), in accordo con gli otto club, ha definito date e orari per ciò che riguarda le partite d...
Lugano, test interno mattutino per chiudere la set... Il quarto e ultimo allenamento settimanale della rosa bianconera si è svolto in mattinata L'occasione è stata propizia per mettere in atto una part...
Lugano, l’estate di San Martino è finita, no... Come in ogni autunno che si rispetti il meteo regala la cosiddetta "estate di San Martino", la quale, secondo un detto popolare del tutto attuale, d...
Lugano, Marc Janko di nuovo in Nazionale © Twitter ÖFB - oefb.atPer far fronte all'assenza di Guido Burgstaller, il ct austriaco Franco Foda ha convocato Marc Janko Dopo essersi allenat...
Lugano, anche durante la sosta l’intensità n... In questa prima settimana di sosta dedicata alle nazionali, i giocatori bianconeri continuano ad allenarsi con la medesima alta intensità delle prec...
Lugano, è finalmente il sole ad accompagnare il ri... Dopo una ventina di giorni in cui il clima ha condizionato le sedute giornaliere, ecco che questo pomeriggio, al ritorno in campo, i bianconeri sono...
Lugano, una settimana “soft” prima del... Nel corso della prima settimana di sosta dedicata alle varie selezioni nazionali, i giocatori bianconeri si ritroveranno in quattro occasioni Il pr...
RSL, continua senza sosta l’apprendistato de... Le prime due giornate di campionato avevano mostrato un Neuchâtel Xamax esaltato dalla promozione nella massima serie elvetica. Tre mesi e mezzo dop...