Parafrasando il proverbio “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco” potremmo modificarlo con un più consono “non dire gatto… finché i tre punti non sono nel sacco”: questa è la sensazione vissuta sabato sera in quel di Cornaredo

Tra la folla aleggiavano sentimenti disparati: c’è chi dava la colpa all’arbitro per aver assegnato un calcio d’angolo inesistente, chi (la maggior parte) se la prendeva con l’atteggiamento rinunciatario (nell’ultimo quarto d’ora) della squadra e chi ancora con mister Guillermo Abascal, secondo alcune voci prossimo alla sostituzione con Fabio Celestini.

L’aver buttato al vento l’ennesima occasione di portare a casa la posta piena conferma che la rosa del Lugano non è ancora matura al punto giusto per poter lottare per le posizioni nobili della graduatoria. E, nonostante tutte le buone intenzioni, ci si ritrova sempre a parlare di errori su errori che, alla fine, compromettono una prestazione decisamente migliore rispetto alle ultime uscite.

La quadratura completa del cerchio non sembra ancora essere trovata. I numerosi cambiamenti tanto paventati non sono stati messi in atto. Un po’ per paura di sbagliare e un po’ per riporre fiducia in chi (nei pensieri del tecnico) la merita.

Il caso più estremo riguarda il ruolo del portiere: Noam Baumann. Il giovane estremo difensore bianconero si macchia di errori pacchiani e, per certi versi, incomprensibili. Deve crescere, questo è ovvio. Il percorso di crescita dev’essere, di riflesso, veloce. Soprattutto in un campionato come la Super League che non attende.

Anche per lui potrebbe valere il detto “non dire gatto… finché i tre punti non sono nel sacco”. E allora, perché non rispolverare David Da Costa – che nella settimana appena andata in archivio aveva ricevuto un attestato di stima dallo staff, venendo proposto per un ruolo da titolare (poi non concesso) contro le Cavallette – per le prossime partite?

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

RSL, Bottani e Junior si scatenano e Celestini fes... Nel quadro dell'11° turno di RSL, il Lugano supera il San Gallo per 3-1, conquistando i primi tre punti della gestione-Celestini. Di Bottani e Junio...
Lugano-San Gallo, la probabile formazione biancone... Le due settimane di pausa sono servite a mister Fabio Celestini per conoscere meglio i suoi nuovi giocatori e cercare di creare il giusto feeling tr...
RSL, un Lugano rigenerato dalla pausa attende lo s... Domani pomeriggio, con fischio d'inizio programmato per le ore 16:00, andrà in onda, a campi invertiti, il primo remake della sfida tra Lugano e San...
RSL, Seydoux si lega allo Young Boys sino al 2021 Léo Seydoux, qui contrastato da Yannis Tafer, nel giorno del debutto assoluto in RSL - © Twitter BSC Young BoysLo Young Boys ha reso noto di aver...
RSL, lo Zurigo continua a perdere pezzi Novem Baumann - © Twitter FC ZürichLo Zurigo - secondo in classifica a pari punti con il Basilea - dovrà rinunciare a due elementi del suo roster...
Lugano-San Gallo, Zeidler: “Daprelà potrà gi... Peter Zeidler - © fcsg.chNella consueta conferenza stampa pre-partita, il tecnico del San Gallo Peter Zeidler, oltre a spendere parole positive p...
RSL, finalmente sarà Schärer l’arbitro del L... Sandro Schärer - © football.chLa Swiss Football League ha designato i direttori di gara che arbitreranno le partite dell'undicesima giornata di R...
Lugano-San Gallo, Celestini: “Voglio undici ... Due settimane dopo la presentazione ufficiale, mister Fabio Celestini si appropria del suo posto in sala stampa per le consuete dichiarazioni pre-pa...
Basilea, infortunio agli adduttori per Okafor Noah Okafor (in primo piano) salterà le prossime partite del Basilea a causa di un infortunio agli adduttori - © fcb.chIl Basilea dovrà rinunciar...
Lugano, e infine anche i nazionali tornarono alla ... Con il ritorno alla base dei calciatori convocati dalle rispettive nazionali, il gruppo bianconero ha svolto questo pomeriggio un allenamento che pu...