Il miglior bianconero contro il Thun, malgrado i tre gol subiti, è stato Noam Baumann, senza il quale il passivo sarebbe stato decisamente più pesante. L’assenza di Jonathan Sabbatini a centrocampo si è fatta sentire parecchio

Noam Baumann – 4,5 – con i piedi non è un mostro. Tuttavia salva i suoi compagni da almeno tre capitolazioni sicure e sulle reti bernesi non può nulla;

Mijat Marić – 3,5 – per un centrale giocare sulla fascia non è il massimo della vita. Soffre particolarmente la velocità di Spielmann;

Miroslav Čovilo – 3,5 – come al solito, di testa non ne sbaglia una. Così come nelle chiusure. Gli manca un po’ di velocità;

Fulvio Sulmoni – 3,5 – vale lo stesso discorso fatto per Marić. Solo che Fulvio aveva a che fare con Tosetti. Sul terzo gol di Sorgić si fa saltare con troppa facilità;

(73′ Valon Fazliu – 4 – ha il merito di dare un po’ di brio all’attacco con le sue azioni sguscianti);

Numa Lavanchy – – non doveva partire titolare e l’infortunio di Črnigoj gli dà una chance dall’inizio. Propizia il raddoppio bernese, ma si fa perdonare con la rete che riaccende la speranza;

Petar Brlek – 3,5 – pur essendo volenteroso, sbaglia una miriade di passaggi, come quello “velenoso” che permette al Thun di andare in vantaggio;

Mario Piccinocchi – – ci ripetiamo, ma da quando è tornato dall’infortunio non è più lo stesso giocatore. È lui, al fianco di Brlek, a mandare in rete gli ospiti al 40′;

Dragan Mihajlović – 3,5 – l’ammonizione rimediata al 19′ contribuisce ad acquietarlo. Rischia anche il rosso nella ripresa;

Mattia Bottani – 3,5 – è l’unico dei tre attaccanti titolari a cercare di superare con costanza il muro avversario. Se gli altri non lo aiutano, però…;

(82′ Marc Janko – s.v. – i soliti ultimi dieci minuti per il Cobra, che entra con un atteggiamento positivo. Ma è troppo tardi);

Alexander Gerndt – – nei primi venti minuti sbaglia due cross, regalando la palla rasoterra al portiere bernese. In sostanza, tanto fumo e poco arrosto;

Carlinhos Junior – – appena tornati dagli spogliatoi ha l’occasione per cambiare il corso del match, ma calcia debolmente e addosso a Faivre. Giustamente sostituito;

(61′ Armando Sadiku – – come si nota in allenamento ha una voglia pazzesca di arrivare sul pallone, anche quando i compagni non lo servono);

Fabio Celestini – 3,5 – costretto a rinunciare a Črnigoj (che si è infortunato nel riscaldamento), inserisce Lavanchy, che procura una rete avversaria e ne segna una per i suoi. Ciò che colpisce è l’atteggiamento passivo del gruppo, che si perde in un bicchier d’acqua alla prima vera difficoltà.

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

Lugano, primo ritrovo settimanale in vista della t... Trascorsi in completa tranquillità e serenità i due meritati giorni di riposo a cavallo del dì di Pasqua, i ragazzi bianconeri si sono ritrovati nel...
Calciomercato, battute conclusive per il passaggio... © Twitter BSC Young Boys La sconfitta rimediata ieri pomeriggio dallo Young Boys in casa del Neuchâtel Xamax è stata anticipata dalla notizia che ...
Young Boys, Gerardo Seoane mette a tacere le voci ... Gerardo Seoane - © Twitter BSC Young Boys Nelle ore precedenti la sfida del Lunedì dell'Angelo, persa 1-0 a Neuchâtel contro lo Xamax, erano circo...
Calciomercato, la colonia svizzera al Mönchengladb... Ruben Vargas - © FreshFocus/sport.ch Il Borussia Mönchengladbach, alla ricerca di un sostituto del belga Thorgan Hazard, ha messo nel proprio miri...
RSL, il Neuchâtel Xamax accorcia ulteriormente sul... Kemal Ademi - © xamax.ch Il posticipo del Lunedì dell'Angelo della 30ª giornata di Raiffeisen Super League ha sorriso al Neuchâtel Xamax, impostos...
Zurigo, la conquista della salvezza non passerà da... Hekuran Kryeziu (a sinistra), qui in contrasto con il bianconero Numa Lavanchy - © Keystone/FCZ Lo Zurigo dovrà cercare di conquistare la salvezza...
Ivo Frosio e Karl Grob, in tre giorni il mondo del... Karl Grob - © Keystone/FCZ Giovedì 18 aprile era toccato a Ivo Frosio lasciare il mondo terreno, sabato 20 è stato raggiunto da Karl Grob. Nel bre...
Grasshopper, Uli Forte: “Finché c’è vi... Uli Forte - © Keystone/gcz.ch La situazione sportiva del Grasshopper, con l'ultimo posto in solitaria in Raiffeisen Super League, è drammatica. Tu...
Lugano, Angelo Renzetti e un 65° compleanno da fav... Fabio Celestini (a destra), a fianco del patron bianconero Angelo Renzetti - © fclugano.com La 30ª giornata di Raiffeisen Super League, che si chi...
Zurigo, Magnin incassa la fiducia di Canepa: ̶... © Twitter FC Zürich A seguito del pesante kappaò rimediato a Cornaredo venerdì sera, la posizione di Ludovic Magnin è sempre più in bilico I tant...