I bianconeri disputano una partita egregia e avrebbero meritato almeno il pareggio. Peccato per la distrazione del proprio portiere, che condanna l’undici ticinese alla prima battuta d’arresto dopo quattro risultati utili filati

Joël Kiassumbua – 3,5 – ordinaria amministrazione fino all’errore di posizionamento sulla punizione valsa il vantaggio allo Young Boys. Insicuro nelle uscite;

Steve Rouiller – 4,5 – corona la sua prestazione con un gol in girata che ridà qualche speranza ai suoi;

Fulvio Sulmoni – 4 – nel primo tempo non soffre praticamente mai. Nella ripresa, l’entrata di un gigante come Hoarau lo mette un po’ in difficoltà;

Vladimir Golemic – 3,5 – sull’azione del raddoppio dovrebbe stendere Schick involato a rete. Non interviene e la partita si chiude;

Dragan Mihajlovic – 4 – fa su e giù per la fascia come suo solito, senza però trovare il pertugio giusto per un affondo vero e proprio;

Jonathan Sabbatini – 4,5 – un inizio un po’ in sordina, si riprende con il passare dei minuti. Sì, il capitano è tornato definitivamente;

Cristian Ledesma – 4,5 – partita di sostanza per l’esperto regista. Si prende un giallo al primo (!) fallo commesso, ma ciò non gli fa perdere la calma;

Bálint Vécsei – 3,5 – meno incisivo rispetto alle ultime uscite. Soffre abbastanza il centrocampo fisico dei bernesi;

(60′ Mario Piccinocchi – 3,5 – prova a fare qualcosina di più del solito compitino scolastico. Dovrebbe osare ulteriormente);

Domen Crnigoj – 3,5 – viene schierato titolare a sorpresa e si vede che non ha il ritmo-partita;

(60′ Mattia Bottani 3,5 – non è certamente lui il colpevole della sconfitta, ma da quando mette piede in campo è inconcludente);

Alexander Gerndt – 3,5 – l’ex di giornata sbatte contro il muro difensivo giallonero non riuscendo a crearsi una benché minima chance;

(81′ Younes Bnou Marzouk – s.v. – gli ultimi dieci minuti e una marea di passaggi sbagliati);

Davide Mariani – 4 – il sinistro al volo al 93′ è l’emblema della sua partita: tanta voglia, ma poco costrutto. Anche se, a suo favore, ci sarebbe un rigore che Erlachner (clamorosamente) non vede;

Pierluigi Tami – 4 – la sua squadra gioca un incontro gagliardo, nel corso del quale rischia il giusto e viene punita da un errore di Kiassumbua. Giovedì, in Coppa contro il Grasshopper, l’occasione per la rivincita.

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

Lugano, è finalmente il sole ad accompagnare il ri... Dopo una ventina di giorni in cui il clima ha condizionato le sedute giornaliere, ecco che questo pomeriggio, al ritorno in campo, i bianconeri sono...
Lugano, una settimana “soft” prima del... Nel corso della prima settimana di sosta dedicata alle varie selezioni nazionali, i giocatori bianconeri si ritroveranno in quattro occasioni Il pr...
RSL, continua senza sosta l’apprendistato de... Le prime due giornate di campionato avevano mostrato un Neuchâtel Xamax esaltato dalla promozione nella massima serie elvetica. Tre mesi e mezzo dop...
RSL, lo Young Boys mette in cassaforte il titolo d... © Twitter BSC Young BoysAl termine del girone d'andata mancano ancora quattro turni, ma il titolo intermedio di campione d'inverno è già stato me...
RSL, il sabato sera delle topiche arbitrali Nei due anticipi della quattordicesima giornata di Raiffeisen Super League a risultare protagonisti sono i due direttori di gara Da una parte U...
Lugano, l’analisi post-Lucerna: una sconfitt... La chiara sconfitta per quattro a uno per mano del Lucerna non ha rispecchiato i valori presentati sull'inzuppato terreno di Cornaredo Sin dai prim...
Lugano-Lucerna, la moviola: due rigori negati ai b... Rivista alla moviola, la prestazione del direttore di gara ha penalizzato in due occasioni il Lugano, graziandolo una volta Su due interventi all'i...
Lugano-Lucerna, le pagelle: Da Costa e un errore c... La serata-no del Lugano è stata contraddistinta da tre pali e dall'errore (giustificabile) di David Da Costa sul raddoppio ospite David Da Costa - ...
RSL, il Lugano sbatte contro i pali e il cinismo d... Il Lucerna continua a essere la bestia nera del Lugano. I confederati superano i bianconeri per la quarta volta consecutiva in campionato, capitaliz...
RSL, anche il Sion sarà attivo durante la sosta de... © Twitter FC SionL'ultima sosta annuale dedicata alle selezioni nazionali è il momento propizio per mettere a punto delle strategie in vista dell...